Jovanotti non firma la liberatoria? No par condicio, no Sanremo

Lorenzo 'Jova' Cherubini
Jovanotti sarà uno dei super ospiti, stavolta italiani, che animeranno la quarta serata di questo Festival disgraziato. Sempre che firmi la liberatoria per la “Par condicio”, più che una cautela democratica, dopo averne sentito parlare così tanto, un vero e proprio incubo. Se Jova non firmerà quel documento che lo impegna a rispettare il silenzio pre-elettorale imposto dalla legge, non andrà in onda e non canterà alcuna canzone. E se il direttore di Rai 1 Fabrizio Del Noce invita il cantautore al rispetto della normativa vigente, a calmare gli animi dei vertici dell’azienda, già accesi dal pessimo andamento del programma, ci pensa il Capostruttura Giampiero Raveggi, che replica: “Jovanotti fimerà, non è mica censura”. Troppo ottimista? Forse, considerato che Lorenzo Cherubini ha fatto sapere che “non sono qui per fare propaganda e poi ho 41 anni e sono responsabile di quello che dico. Deciderà lì per lì se firmarla o no..”.
Tra tanta filosofia una buona notizia, sebbene parzialmente smentita da Del Noce: stasera, sul palco dell’Ariston, potrebbe spuntare Fiorello.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su