De Niro è italiano. E la Canalis debutta come interprete

Il premio Oscar Robert De Niro
De Niro si chiamava Di Niro, questo ha imparato il pubblico del Festival stasera in occasione della sua seconda chiamata sul palco. Il paradosso è che sebbene si parli delle sue radici italiche, è Elisabetta Canalis a fare da interprete, segno che frequentare il bel George Clooney, e con lui il jet set d'Oltreoceano, è servito. A imparare un po' d'inglese. E, dicono i maligni, a imporsi come intervistatrice, sebbene di appoggio a Morandi, sulla scorta di una raccomandazione dello stesso De Niro sollecitata da Clooney. Vero o falso? Non è dato saperlo, ma ciò che conta è che più che la celebrazione del mito di Hollywood, l'intervista verrà ricordata come un simpatico cicaleggio tra l'english teacher - non proprio impeccabile - Elisabetta Canalis e lo scolaretto Morandi, al quale l'ex Velina ha sottratto per un attimo i riflettori. Niente paura, Luca e Paolo guadagnano il palco per anticipare che presto arriveranno i Take ThatVecchioni con la PFM, l'illustre Premiata Forneria Marconi. Ne nasce una versione più pop e, passi la paura, radiofonicamente spendibile, Chiamami ancora amore. Niente male per l'ispirato Prof. milanese.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su