Music Biz

Junior Cally, cosa succederebbe se fosse escluso da Sanremo 2020?

Dilagano le polemiche sul rapper che dovrebbe partecipare alla kermesse canora presentata da Amadeus.

Cosa succederebbe se Junior Cally fosse escluso dal Festival di Sanremo 2020?

Non si placano le polemiche su Sanremo 2020 ed ora si sono spostate su uno dei concorrenti in gara, Junior Cally.

Ad ora pare addirittura in forse la partecipazione del rapper alla kermesse canora, dove avrebbe dovuto cantare il brano "No grazie". Le polemiche sono nate sulla base di alcune canzoni passate di Junior Cally, al secolo Antonio Signore. I brani in questione sono "Streghe", "Magicabula", "Si chiama Gioia", e altre, dove il rapper si riferisce alle donne con termini volgari, spesso comunque utilizzati nel mondo del rap.

La partecipazione di Junior Cally al 70esimo Festival di Sanremo è stata aspramente criticata da moltissime persone, anche da un dirigente scolastico di Napoli, Angela Rosauro, dell'Istituto Comprensivo Gaetano Donizetti di Pollena Trocchia, che, insieme a professori e genitori, ha avviato una petizione online che chiede l'esclusione del rapper, raggiungendo in poche ore migliaia di condivisioni.

Ma cosa succederebbe se Junior Cally fosse davvero escluso da Sanremo 2020? Innanzitutto lo stesso rapper dovrebbe essere risarcito. La partecipazione al Festival è ovviamente guidata da un regolamente, che vieta l'esclusione del concorrente: pena, appunto, un risarcimento molto ingente per la parte "danneggiata". Che in questo caso sarebbe, appunto, Junior Cally.

Cosa succederà a questo punto? Junior Cally salirà davvero sul palco del Festival di Sanremo?

Ascolta la nostra web radio dedicata al rap italiano!

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su