TUTTO NEWS

Durante il tampone scopre di avere un giocattolo incastrato nel naso da 37 anni

Aveva un dischetto nel naso da quando era una bambina

Durante il tampone scopre di avere un giocattolo incastrato nel naso da 37 anni

Fonte: Twitter

Mary McCarthy ha 45 anni e da 37 vive con un dischetto di plastica nel naso, ma se ne era completamente scordata. Quando era una bambina aveva preso una delle pedine del gioco “Pulce” e se l’era infilata nel naso, come fanno spesso i bambini quando si annoiano e vogliono sperimentare cose nuove. La bimba non era però più riuscita a estrarre il pezzo, non aveva nessuna intenzione di dirlo ai genitori, temendo che si arrabbiassero e così ha fatto finta di nulla, fino a scordarsi completamente di avere l’oggetto incastrato in corpo. Dopo 37 anni di lunga convivenza pacifica con il gioco in plastica, la signora ha iniziato ad avere fastidiose perdite dal naso, come se fosse costantemente raffreddata. Visto il periodo ha deciso di sottoporsi a un tampone. Il tampone ha svelato che nel naso non c’era il virus del Covid, ma un pezzo di plastica incastrato che le provocava dolore quando l’infermiere provava a infilare il bastoncino. Così la donna è stata sottoposta ad operazione chirurgica e le hanno estratto il gioco con cui inconsapevolmente conviveva da 37 anni. In quel momento la donna si è ricordata tutta la vicenda e ha voluto raccontarla: “Una volta ho accidentalmente inalato quel pezzo ed ero troppo impaurita per dirlo a mia madre, ero terrorizzata, mi chiedevo dove fosse finito. Adesso capisco anche come mai nel tempo ho avuto qualche piccola difficoltà a respirare dal naso”. Dopo questa faccenda la donna avrà tirato letteralmente un bel sospiro di sollievo, finalmente!

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su