Tutto News

“Il miglio verde” compie 20 anni

Il celebre film tratto dal romanzo di Stephen King e con protagonisti Tom Hanks e Michael Clarke Duncan commuove ancora oggi.

“Il miglio verde” compie 20 anni

Credits: Instagram

Sono stanco, capo. Stanco di andare sempre in giro come un passero nella pioggia. Stanco di non poter mai avere un amico con me che mi dica dove andiamo, da dove veniamo e perché. Sono stanco soprattutto del male che gli uomini fanno a tutti gli altri uomini”. Questa è il famoso e toccante incipit del discorso che il personaggio di John Coffey pronuncia nel celeberrimo film “Il miglio verde” e che commuove ancora oggi chiunque guardi questo film.

La pellicola, diretta da Frank Darabont e considerata un vero capolavoro, è uscita nel 1999 e quindi quest’anno compie 20 anni. Come molti ricorderanno, il film tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King, è ambientato nella Lousiana del 1935 e racconta una vicenda ambientata nel penitenziario di Cold Mountain. È proprio qui che Paul Edgecomb, personaggio magistralmente interpretato da Tom Hanks, lavora: la sua mansione è quella di sorvegliare i detenuti condannati alla pena capitale e di accompagnarli verso la sedia elettrica attraverso il corridoio chiamato “il miglio verde” per il colore del pavimento in linoleum.

Tra i detenuti presi in custodia da Edgecomb c’è anche John Coffey, interpretato da Michael Clarke Duncan: quest’uomo è stato giudicato colpevole dell’omicidio di due bimbe ma, alla fine della storia, dopo averlo conosciuto meglio, la guardia penitenziaria inizia a ricredersi sulla sua colpevolezza. Coffey, infatti, nonostante il suo aspetto imponente e apparentemente minaccioso, è in realtà una persona affabile e gentile che sembra avere qualità sovrannaturali, in quanto sarebbe in grado di guarire le persone. Nonostante queste sue caratteristiche, però, il suo destino è ormai segnato. 

A differenza di quasi tutte le altre storie nate dal genio di Stephen King, in questo caso l’elemento sovrannaturale della trama non sfocia mai nell’horror ma, al contrario, è visto come qualcosa di positivo: i “cattivi” della vicenda, infatti, non sono mostri bensì essere umani, ossia i colleghi perfidi di Edgecomb, dei veri e propri boia che mai vengono sfiorati nemmeno da un piccolo scrupolo di coscienza. Il film e il romanzo in prima battuta vogliono in realtà sottolineare l’orrore della pena di morte, l’unico fattore veramente spaventoso in questa storia.

“Il miglio verde” è ancora oggi un film molto amato e apprezzato anche se, paradossalmente, nonostante il successo riscosso al botteghino (287 milioni di dollari) e l'apprezzamento della critica, non ha vinto alcun premio: ricevette ben 4 nomination agli Oscar, come Miglior film, Miglior attore non protagonista per Duncan, Migliore sceneggiatura non originale e Miglior sonoro, ma non riuscì a portare a casa nemmeno una statuetta.

In evidenza

Salmo: le nuove date

Salmo: le nuove date

La data evento di Salmo allo stadio San Siro di Milano, prodotta e organizzata da Vivo Concerti, è ...

 

VIDEO

WEB RADIO

105 2k & More!
 
105 Dance 90
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 Story
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Trap
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Elisa
 
Zoo Radio
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Michael Jackson
 
105 InDaKlubb
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 Classics