Tutto news

Cupole anti-contagio in bambù: ecco l’idea per l’estate di un gruppo di architetti

Dopo i divisori in plexiglass, si torna a parlare di come (e se) potremo andare al mare questa estate.

Cupole anti-contagio in bamboo: ecco l’idea per l’estate di un gruppo di architetti

Credits: www.obicua.it

Gli italiani in quarantena sognano l’estate, le vacanze e il mare. Purtroppo ancora non possiamo sapere se quest’anno ci sarà consentito andare in spiaggia come al solito, tutto dipenderà dall’evoluzione della pandemia in corso. Nel frattempo, però, c’è chi sta cercando di progettare delle soluzioni che possano consentire a tutti di andare al mare in totale sicurezza e senza il rischio di nuovi contagi.

Dopo l’ipotesi dei divisori in plexiglass che ha fatto molto discutere nei giorni scorsi, adesso un gruppo di architetti italiani propone le cupole anti-contagio in bambù: si tratta di una sorta di piccole casette removibili e dotate di tutti i confort, compresa la doccia interna, che consentirebbero così alle persone di poter stare in spiaggia rispettando il distanziamento sociale e con un’adeguata protezione.

L’idea è venuta a Massimiliano Brugia, Valerio Campi e Lucia Catenacci, architetti dello studio Obicua che ha sede a Roma e Milano. “Abbiamo ideato questo progetto in risposta ai problemi che andranno ad affrontare gli addetti ai lavori sulle loro spiagge per rispettare le distanze di sicurezza ma cercando di mantenere quel senso di libertà che i bagnanti ricercano in una giornata da passare in spiaggia – ha spiegato Campi - Abbiamo pensato per la zona protetta ad una forma semplice a cupola. Una forma che si assembla facilmente con moduli triangolari ed è per sua stessa forma autoportante. I materiali utilizzati sono bambù e alluminio. Tutti tessuti leggeri, resistenti e facilmente trasportabili il che permette la variazione della forma da sistemare sull’arenile come meglio si crede. Inoltre favorisce i percorsi evitando i pericolosi assembramenti. Si riprende un po' l'idea della tenda in un villaggio. Componibile in mezz'ora,  una volta smontata la cupola può entrare in una scatola di mezzo metro per mezzo metro”.

Le cupole avranno un diametro di 4 metri e costeranno circa 500 euro. Il progetto passerà al vaglio degli esperti e degli addetti ai lavori; intanto se ne sta parlando molto sui social e, secondo molte persone, di certo l’idea è più adatta all’ambiente marino rispetto a quella dei divisori in plexiglass.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su