Tutto News

Le novità del nuovo decreto valido fino al 15 gennaio: cosa si può fare e cosa no

Tutta Italia arancione nel weekend, l’apertura delle scuole slitta all’11.

Le novità del nuovo decreto valido fino al 15 gennaio: cosa si può fare e cosa no

Credits photo: Getty

Slitta la riapertura delle scuole e la stretta prosegue fino al 15 gennaio. Il nuovo decreto, contenente le misure per limitare la diffusione del contagio, è stato approvato nella notte. L’esecutivo ha introdotto nuove disposizioni urgenti valide fino al 15 gennaio, rimettendo così mano al Dpcm Natale la cui validità era destinata a scadere nei prossimi giorni.

Dal 7 al 15 gennaio prossimi sarà vietato in tutta Italia spostarsi tra regioni o province autonome diverse. Gli spostamenti saranno possibili soltanto se motivati da comprovate esigenze lavorative, di salute o emergenza. Resta inoltre valida la possibilità di fare ritorno al proprio domicilio, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma. Il prossimo weekend, quello del 9 e 10 gennaio, tutto il territorio nazionale sarà in zona arancione.

L’Italia resterà dunque zona gialla nei giorni feriali e arancione nel fine settimana. Durante i feriali ci si potrà spostare tra comuni diversi, ma non tra regioni. Nei weekend, invece, ci si potrà muovere soltanto all’interno del territorio del proprio Comune di residenza.

Per le visite a parenti e amici restano in vigore le regole dettate il mese scorso: dovranno riguardare non più di due persone. Non rientrano nel conteggio minori di 14 anni, le persone con disabilità o non autosufficienti.

Il sistema dei colori è invece destinato a subire modifiche, ma non prima del 15. Il Ministro per gli Affari regionali e Autonomie, Francesco Boccia, ha infatti annunciato l’inasprimento delle soglie dell’RT (indice di contagio del virus) che serviranno per determinare le fasce. Secondo i nuovi parametri, una regione con Rt pari a 1 entrerebbe in zona arancione, mentre la zona rossa scatta a partire da 1,25. Fino ad oggi, invece, 1,25 equivaleva all’arancione e 1,50 alla rossa. Boccia ha informato che la nuova classificazione è stata condivisa da tutte le regioni “perché tutti siamo d’accordo sulla necessità di far scattare immediatamente le misure più restrittive quando si va oltre l’1”.

Per la somministrazione del vaccino anti Covid-19 sono previste procedure specifiche per poter esprimere il proprio consenso alla somministrazione del trattamento, per gli ospiti di RSA, che siano privi di tutore, curatore o amministratore di sostegno e che non siano in condizione di poter esprimere un consenso libero e consapevole alla somministrazione del farmaco.

Per quanto riguarda le scuole, invece, si va verso la data dell’11 gennaio per la riapertura delle superiori con didattica in presenza al 50%.

Il 15 gennaio verrà varato un nuovo Dpcm, che introdurrà anche le cosiddette zone bianche, nelle quali sarebbe possibile riaprire bar, ristoranti, palestre, cinema, teatri e musei. Le regioni che dovessero rientrarvi potrebbero disporre anche di regole meno rigide per gli spostamenti e per il coprifuoco. Allo stato attuale, tuttavia, non è ancora dato sapere né se la proposta sia destinata a passare né quante regioni possano beneficiarne, dimostrando di avere un Rt particolarmente basso.

(Credits photo: Getty)

In evidenza

Salmo: le nuove date

Salmo: le nuove date

La data evento di Salmo allo stadio San Siro di Milano, prodotta e organizzata da Vivo Concerti, è ...

 

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Vasco
 
105 Trap
 
105 Hits
 
105 2k & More!
 
105 HipHop & RnB
 
105 Story
 
MUSIC STAR Coldplay
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Michael Jackson
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Mamacita
 
105 Classics
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Ligabue
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 InDaKlubb