TUTTO NEWS

Anne: elefantessa condannata alla solitudine non vede un simile da 20 anni

Salvata dalle torture del circo in cui lavorava ora vorrebbe compagnia per la vecchiaia

Anne: elefantessa condannata alla solitudine non vede un simile da 20 anni

Anne è un’elefantessa salvata da una vita di torture e maltrattamenti che ha comunque subito per lunghi 50 anni per mano del Super Circus di Bobby Robert dove era impiegata negli spettacoli e addestrata a suon di calci e torture con coltelli. 

Fortunatamente la sua vita ha preso un’altra piega grazie alla liberazione da parte di Longleat nell’aprile del 2011 su segnalazione di Animal Defends International. L’unico neo della sua nuova vita al Longleat Park è la solitudine totale in cui vive. Nel parco è infatti l'unico esemplare del suo genere ed è noto come gli elefanti siano animali sociali abituati a vivere in branco, la solitudine le causa quindi non poca sofferenza e smarrimento. 

Gli animalisti vorrebbero che Anne venisse trasferita a Elephant Haven, nel centro sud della Francia. per unirsi ad altri simili. Ora si trova nel Regno Unito, ma il clima più mite della Francia sarebbe più adatto alla sua specie e alle sue condizioni di salute, visto che l’elefantessa ha una brutte artrite; senza contare che il buonumore dovuto alla socialità avrebbe delle ripercussioni positive anche sulla sua salute! I responsabili del Parco inglese non sono d'accordo però, perché temono che essere inserita in un contesto di elefanti più giovani possa provocare aggressioni ai suoi danni. A quanto pare esiste il nonnismo al contrario tra gli elefanti

Il destino di Anne quindi sembra destinato a non prendere un’ulteriore piega positiva. La sua storia ricorda quella di Kaavan che fu soprannominato l’elefante più solo del mondo. Si trattava di un cucciolo di elefante dato in dono dallo Sri Lanka al Pakistan per rafforzare i buoni rapporti diplomatici (dei cioccolatini o dei fiori non si usano in politica?). Il povero elefante ha maturato molto stress a causa della solitudine e dopo una campagna di attivisti ne è stata finalmente decretata la liberazione che avverrà nei prossimi mesi. Ci auguriamo che anche Anne possa avere il suo lieto fine e passare la sua vecchiaia circondata dai suoi simili, grandi o piccoli che siano!

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su