TUTTO NEWS

Un terrorista islamico ha raccontato di uno strampalato piano per uccidere il figlio di William e Kate

La preoccupazione per l'incolumità del principino resta anche se si tratta di una teoria poco credibile

Un terrorista islamico ha raccontato di uno strampalato piano per uccidere il figlio di William e Kate

Il principino George sarebbe stato preso di mira da alcuni terroristi che volevano uccidere il piccolo reale con un piano meschino quanto banale. La notizia è stata lanciata inizialmente da Sky News che racconta di un uomo di 27 anni di nome Sahayb Abu, arrestato per aver pianificato un attentato a Londra, poi sventato, che doveva aver luogo nella primavera scorsa in piena pandemia Covid19. Il ragazzo è stato tradito dall’acquisto di una spada e di altri oggetti poco “comuni”. Durante il processo contro di lui è stata fatta ascoltare un’intercettazione ambientale in cui Abu avrebbe confessato il piano utile per uccidere il principe George, figlio di William e Kate, duchi di Cambridge. Non è ben chiaro se si tratti di un reale piano crudele o dei vaneggiamenti di un uomo delirante. 

L’audio in questione contiene la conversazione tra Abu e un agente sotto copertura, infiltrato in un canale Telegram jihadista in cui il poliziotto si era infiltrato e in cui aveva conosciuto il terrorista. Abu tira in causa un altro giovane attentatore Husnain Rashid, autore del piano ordito ai danni del piccolo George: "Il suo piano era di andare al Sainsbury più vicino alla residenza della famiglia reale - riporta il tabloid britannico Independent - e mettere veleno nei gelati. Loro sarebbero andati a comprarlo e molto probabilmente il figlio lo avrebbe mangiato". Raccontato così il piano è più ridicolo che spaventoso, ma il solo fatto che nei pensieri di spietati terroristi ci sia l’innocente George, terzo in linea di successione al trono della monarchia inglese, fa davvero paura e desta preoccupazione in casa della Royal Family. 

Non dimentichiamo che i reali sono storicamente oggetto di minacce e attentati, vista la loro posizione di potere e ricchezza. Negli anni ‘80 la regina Elisabetta II e nonna di George, fu oggetto di ben due tentativi di attentato, entrambi fortunatamente falliti, Ciò che si ricorda dei due episodi è la freddezza e la tranquillità con cui The Queen seppe reagire.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su