TUTTO NEWS

Gruppo di mamme in difficoltà economica fa la spesa e scappa senza pagare

Prima avvertono il Comune poi vanno a rubare beni di prima necessità

Gruppo di mamme  in difficoltà economica fa la spesa e scappa senza pagare

"Se entro il pomeriggio non ci arrivano gli aiuti, andiamo al supermercato a rubare perché non abbiamo nulla da mangiare". Conciso ed esplicito il messaggio di protesta inviato da un gruppo di madri di Livorno al Comune. Detto, fatto e le donne si sono recate in un supermercato cittadino dove si sono riempite i carrelli di alimenti e beni di prima necessità: latte, pasta, pane, olio e pannolini; questi i prodotti con cui hanno composto la loro spesa.
Ma alle casse hanno forzato il passaggio, senza pagare, ma affermando che il conto lo avrebbe saldato il Comune. Le donne sono state inseguite dalle guardie giurate del supermercato e poi bloccate nel parcheggio dalle forze dell’ordine; si sono scusate  e non hanno ricevuto nessuna denuncia dal negozio, visto che di fatto si trattava di un gesto di provocazione.
Ora il Comune ha promesso che provvederà ad aiutare le famiglie in difficoltà, ma ha condannato il gesto sconsiderato a danno del supermercato: "Gesti simili non devono accadere mai più, non possono essere tollerati".

Sicuramente non è il modo più corretto per affrontare la situazione, ma De André direbbe che “ora sappiamo che è un delitto il non rubare quando si ha fame”. Certo la migliore delle ipotesi sarebbe non aver bisogno di compiere gesti del genere, ma avere l’opportunità di guadagnarsi da mangiare. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su