TUTTO NEWS

Il cane diventa sordo e impara la lingua dei segni

Peggy è l’ennesima dimostrazione dell’intelligenza dei cani anche in difficoltà

Il cane diventa sordo e impara la lingua dei segni

Peggy è un cane da pastore diventato sordo e forse proprio per questo abbandonato alla Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals (RSPCA), un ente inglese che si occupa del benessere degli animali e che sperimenta il linguaggio dei segni per interagire con i cani sordi. 

La storia è apparsa in un approfondimento di BBC news e narra di come il border collie Peggy sia stata prima affidata all’ente di beneficenza inglese e poi adottata da Chloe Shorten, una delle lavoratrici presso il centro, che racconta: “Sapevamo che Peggy voleva lavorare, abbiamo iniziato a insegnarle il linguaggio dei segni e a introdurla agli altri due cani da pastore che avevamo”. Il primo passaggio consiste nel concentrare l’attenzione del cane sulle mani dell’educatore/padrone. “Abbiamo usato rinforzi ripetitivi e positivi, e invece di abbinare un comando verbale a un'azione – continua Shorten – usavamo un gesto”.

Una storia positiva e incredibile, di come i cani sappiano trovare la forza di reagire e applicarsi anche dopo una brutta delusione come un abbandono. Ora la cagnolina ha dieci anni e si lancia in sfrenate corse tra i prati, per sicurezza ha anche un dispositivo GPS, visto che non sente i richiami e a volte le mani da lontano non bastano. Però “È incredibile vederla con questa nuova prospettiva di vita – conclude Chloe Shorten – è la dimostrazione che si possono insegnare nuove nozioni a un cane nonostante la sua età o le sue difficoltà fisiche”.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su