TUTTO NEWS

Un deputato canadese finisce nudo in diretta su Zoom: “un errore”

William Amos ha lasciato accesa la webcam durante una riunione della Camera dei Comuni

Un deputato canadese finisce nudo in diretta su Zoom: “un errore”

da Twitter

Un deputato canadese piuttosto famoso, William Amos di 46 anni e apparso nudo per pochi istanti davanti alla webcam durante una riunione della Camera dei Comuni. Una provocazione, un gesto simbolico? no, uno stupido errore. Amo si è affrettato a chiedere scusa via Twitter, ma il danno era fatto: “La mia webcam è rimasta accesa erroneamente mentre mi stavo rivestendo dopo essere rientrato dal jogging. Chiedo scusa ai miei colleghi della Camera“. Il povero William Amos così ha giustificato la sua sfilata completamente nudo davanti alla webcam; la scena è anche esilarante perché appare nudo tra la bandiera del Quebec e quella canadese, in una posa non molto istituzionale però. Essendo pubblica la riunione, alcuni canadesi hanno approfittato per inviare gli screen del nudo integrale ovunque e in pochi istanti, non c’era occasione più ghiotta per avversari politici e burloni.
"Ho commesso un grave e sfortunato errore - ha twittato Amos - e ovviamente ne sono molto imbarazzato".

Ma gli avversari non gliela fanno passare liscia, Claude DeBellefeulle ha ovviamente approfittato della gaffe per un ironico reminder: "Forse è necessario ricordare ai membri della Camera, specialmente a quelli di sesso maschile, che una giacca e una cravatta sono obbligatorie, ma lo sono anche una camicia, un boxer o i pantaloni". Vale la pena di ricordare il buon vecchio trucco dello scotch sulla webcam quando non si usa il pc, sia per la privacy che per le persone più smemorate e amanti del nudo casalingo. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su