TUTTO NEWS


Denise Pipitone: ecco cosa dice la lettera anonima spedita all’avvocato di Piera Maggio

Un anonimo dice di aver visto i rapitori della bimba sparita 17 anni fa a Mazara del Vallo

Denise Pipitone: ecco cosa dice la lettera anonima spedita all’avvocato di Piera Maggio

Nonostante siano passati 17 anni dalla scomparsa della piccola Denise Pipitone, sembra esserci ancora molto mistero intorno al caso. Tanto che la mamma di Denise, Piera Maggio ha sempre invitato tutti a collaborare e chiunque sapesse qualcosa a parlare per arrivare alla verità. Durante l’ultima puntata di Chi l’ha visto l’avvocato della signora Maggio, Giacomo Frazzitta, ha annunciato di aver ricevuto una lettera anonima e ne ha letto un estratto: "Sono diciassette anni che so e sono serissimo. Non ho parlato per paura. Mi trovavo a bordo della mia auto a Mazara del Vallo e sono stato affiancato da un'altra vettura. Ho guardato all'interno dell'abitacolo e ho visto Denise con altre tre persone. Ne sono assolutamente sicuro. Con lei c'erano tre uomini. La bambina piangeva e chiamava la mamma”, questo ha scritto l'anonimo testimoneUna lettera anonima però rimane senza valore se non è abbinata a un volto o a una persona credibile. La conduttrice ha così invitato l’autore della lettera a farsi avanti, rassicurandolo sul fatto che nel caso in cui si facesse avanti sarebbe assolutamente tutelato, così come è stato scritto in uno degli ultimi appelli pubblicato dai genitori di Denise sui social. 

In questi mesi il caso di Denise Pipitone è di nuovo al centro di polemiche e dubbi, l’ex PM Maria Angione che aveva condotto le prime indagini nel 2004 ha recentemente sostenuto che il rapimento era stato coperto da persone informate sui fatti. La mamma Piera Maggio non si arrende e spera che qualcuno possa rivelare informazioni utili a ricostruire l’accaduto o addirittura ritrovare Denise, ormai adulta. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su