TUTTO NEWS

In Brasile un'intera cittadina vaccinata con il vaccino cinese CoronaVac

Decessi in calo del 95% e positivi diminuiti dell'86%

In Brasile un'intera cittadina vaccinata con il vaccino cinese CoronaVac

Il Brasile si è tristemente reso famoso negli ultimi mesi per la situazione disastrosa in cui si è ritrovato a causa della pandemia, Ma sta provando a reagire, in particolare ha provato a farlo con un esperimento che sta dando i suoi frutti. A Serrana, cittadina di 45mila abitanti nello stato di San Paolo, quasi l’intera popolazione tra febbraio e aprile ha ricevuto il vaccino cinese CoronaVac, sviluppato e prodotto da Sinovac che ha recentemente avuto il via libera anche dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Progetto S”, questo è il nome dato al piano sperimentale, organizzato su base volontaria che ha visto un’altissima adesione, pari al 95 per cento degli adulti. A capo del progetto l’Istituto Butantan, il centro di ricerca pubblico con sede a San Paolo, e la casa farmaceutica cinese Sinovac. Nei giorni scorsi durante una conferenza stampa, i soggetti coordinatori hanno reso noti i risultati dello studio: il numero di positivi sintomatici è sceso dell’80% e contemporaneamente i ricoveri causati dalla malattia sono diminuiti dell’86%. Ma la cosa più importante è che i decessi sono calati del 95% nello stesso periodo in cui nel resto del Brasile c’erano migliaia di morti al giorno. Gli esperti hanno sottolineato che i dati “mostrano che è possibile controllare la pandemia vaccinando circa il 75% della popolazione". Alla faccia del Presidente Bolsonaro che ha da sempre sminuito i pericoli della pandemia e dimostrato scetticismo sull’efficacia dei vaccini. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su