TUTTO NEWS

La figlia di Wanna Marchi è la nuova manager di Fabrizio Corona

“Chi è la manager numero uno?”. si vanta Stefania Nobile sui social

La figlia di Wanna Marchi è la nuova manager di Fabrizio Corona


Un'accoppiata lavorativa destinata a far parlare (male) di sé quella formata dall’ex re dei paparazzi Fabrizio Corona e da Stefania Nobile. La figlia di Wanna Marchi è diventata l’agente di Corona, ad annunciarlo è stata proprio la donna attraverso i suoi canali social: “Adesso posso dirlo, preparatevi che stasera si sciabola! Da oggi, è ufficiale, sono l’agente di Fabrizio Corona. E quindi me la tiro. Grande Fabri, faremo un mare di cose insieme. Sei il numero uno, non ho mai avuto dubbi e l’ho sempre saputo. Sappiate che per tutto quello che riguarda il suo personaggio, scrivetemi. Sono orgogliosa perché essere influencer vuol dire tutto e vuol dire niente. Ma quando tratti i più grandi cavalli d’Italia, ovvero Davide Lacerenza e Fabrizio Corona, hai fatto bingo. E questa sono io”.

Corona è attualmente ai domiciliari dopo aver fatto avanti e indietro dal carcere a causa di alcune violazioni alle prescrizioni e senza essersi risparmiato una gita di dieci giorni al reparto psichiatrico dell’ospedale dopo aver rotto il vetro dell’ambulanza su cui era trasportato. Anche la Nobile d’altronde conosce bene l’ambiente, essendo stata condannata a 4 anni di cui 3 scontati ai domiciliari per associazione a delinquere e truffa. Anni fa la Nobile aveva detto a proposito di Corona: “Io trovo Fabrizio un ragazzo con tantissime potenzialità, ma un po’ troppo spaccone. Lui non è un santo ed avrà anche sbagliato, ma sicuramente paga anche il fatto di essere così spaccone e di essere bello come un dio. Lui si è sempre professato innocente, io mai. Io non ho mai detto di essere innocente perché detesto gli innocenti. Nella vita vuoi o non vuoi siamo tutti colpevoli di qualcosa. Io forse ho qualche colpa in più, è vero, ma ho anche pagato tutto con i non dovuti interessi. Spero ad ogni modo che Fabrizio esca presto, anche perché ho conosciuto suo figlio e merita di poter riabbracciare suo padre quanto prima. E consentimi anche una cosa. In carcere è pieno di persone che non portano il cognome di Corona, Nobile o Marchi. Di quelle persone non parla mai nessuno e anche loro pagano condanne ingiuste”. Il mondo non vede l’ora di scoprire cosa possono combinare insieme.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su