TUTTO NEWS

Si butta da una scogliera di 36 metri ma impatta con una barca e muore

L'incidente è accaduto in Libano sulle rocce Raouche, attrazione di molti tuffatori

Si butta da una scogliera di 36 metri ma impatta con una barca e muore

Fahd Ibrahim Jamil Al-Lakma è morto per un tuffo. Il ragazzo di origini siriane è saltato dalle rocce Raouche a Beirut, come fanno tutti i giovani del posto. Era domenica e una barca di turisti passava proprio lì sotto in quel momento, alcuni spettatori che si erano fermati a guardare i tuffi hanno provato ad avvertire Fahd del pericolo, ma lui non si è accorto di nulla e dalla sua visuale era impossibile vedere la barca, coperta dalle rocce sporgenti. Molti hanno ripreso la scena con i loro smartphone e il macabro video è finito su alcuni media inglesi. 

La barca che è stata centrate dal giovane era piena di turisti che visitavano le grotte sottostanti, a un certo punto hanno sentito un tonfo impressionante e i rantoli di Fahd che ha impattato di testa contro il mezzo. Subito gli Agenti della Protezione civile libanese hanno tirato fuori dall'acqua il corpo già senza vita del ragazzo per portarlo in ospedale dove ne è stato dichiarato il decesso. Nell'incidente è rimasto lievemente ferito anche il capitano della barca, che è stato portato al pronto soccorso per un controllo.

Per quanto sia affascinante e adrenalinico fare un tuffo in mare, la prima regola dovrebbe essere sempre quella di assicurarsi di avere la visuale sul punto di impatto che deve essere sgombro, profondo e sicuro. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su