TUTTO NEWS

Lavorare in smart working dal Duomo di Milano? Se vinci si può

Un concorso internazionale mette in palio postazioni di lusso per lavorare da remoto

Lavorare in smart working dal Duomo di Milano? Se vinci si può

L’idea è del sito di biglietteria online Tiqets che ha lanciato un concorso internazionale che premia i vincitori con una giornata di smart working in una location molto esclusiva. L’iniziativa si chiama Work from Here e mette in palio una giornata di lavoro da remoto al Duomo di Milano, al MoMA (Museo di arte moderna) di New York, alla stravagante Casa Batlló progettata da Antoni Gaudí a Barcellona, al museo Centre Pompidou a Parigi e all’Escher in Het Paleis, il museo dedicato alle illusioni di MC Escher all’Aia. Insieme alla postazione al vincitore viene offerto anche il pranzo, le pause caffè, ecc. Le iscrizioni sono aperte sul sito di Tiqets fino al 23 giugno.

Per quanto riguarda Milano i quattro vincitori (che possono portare un +1) possono lavorare dagli Archivi, solitamente chiusi al pubblico, ma che saranno disponibili per i lavoratori vincitori venerdì 9 luglio. Oltre al paesaggio spettacolare i vincitori potranno visitare la cattedrale, fare un tour guidato delle sue terrazze e mangiare al ristorante Rosa Grand Milano, considerando che una giornata ha sole 24 ore quanto lavorino questi smart worker vincitori non è chiaro. Il presidente e fondatore di Tiquets, Luuc Elzinga, ha spiegato l'idea alla base della curiosa iniziativa: “È difficile sentirsi motivati dopo un anno di lavoro da casa. Tiqets vuole aiutare le persone a rinascere quest’estate e a sentirsi di nuovo ispirate. Ecco perché stiamo collaborando con musei e attrazioni incredibili come il Duomo di Milano, il MoMA, il Centre Pompidou e altre meraviglie per consentire alle persone di cambiare il loro idilliaco sfondo Zoom con quello reale”.

 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su