TUTTO NEWS


Per viaggiare in Europa basta il vaccino e niente più tamponi o quarantena

Le linee guida europee per volare nel continente sono cambiate

 Per viaggiare in Europa basta il vaccino e niente più tamponi o quarantena

Restano mascherine e distanziamento per tutti, ma per chi è vaccinato con seconda dose non sarà più necessario fare tamponi o quarantene e neppure per chi è guarito dal Covid19 da meno di 6 mesi. La mascherina servirà in aeroporto, ma non a bordo dell’aereo dove l’azione dei filtri Hepa riduce drasticamente il rischio contagio. Le direttive arrivano dal Centro europeo per il controllo e la prevenzione della malattie (Ecdc) e dall’Agenzia europea per la sicurezza aerea (Easa) che hanno chiesto agli Stati di tenere conto del basso rischio contagio di chi ha completato il ciclo vaccinale e di chi è stato positivo al coronavirus ed è guarito da massimo 180 giorni, evitando così ai viaggiatori il test o l’isolamento «a meno che non provengano da un’area ad altissimo rischio o in cui circola una variante che desta preoccupazione».

A dire l’ultima parola saranno i singoli Stati visto che ognuno è competente in materia di Salute. Gli stati procedono in effetti in ordine sparso, ad esempio sulla questiona bambini; se la Grecia richiede il test a chi ha almeno 6 anni, la Francia lo fa solo a chi ne ha almeno 11; le linee guida ricordano di non sottoporre al test i bimbi al di sotto dei 12 anni. Nel lungo documento si consiglia anche di ridurre l'utilizzo delle bocchette individuali di aria condizionata che favorirebbero la dispersione delle goccioline, ma vista l’estate in arrivo, quella sarà una dura battaglia da portare avanti con i passeggeri. 

 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su