TUTTO NEWS

Schiamazzi a casa di Corona: arriva la polizia ma lui non fa entrare gli agenti

Il fotografo (ai domiciliari) ha poi pubblicato il video dell’accaduto su Instagram

Schiamazzi a casa di Corona: arriva la polizia ma lui non fa entrare gli agenti

Fabrizio Corona è sempre al centro dell’attenzione proprio per le sue escandescenze; non troppo tempo fa è stato nuovamente arrestato (dai domiciliari) e ha tentato il suicidio in diretta social, dopo un breve periodo in ospedale ora si trova nuovamente ai domiciliari nella sua casa milanese. Nella notte tra venerdì e sabato è scattato il controllo della polizia a casa del fotografo su segnalazione del vicinato per schiamazzi. Lui però non ha accolto a braccia aperte gli agenti, colpevoli a suo dire di non essere entrati senza suonare il citofono e presentarsi. Il siparietto ripreso dagli amici presenti dura alcuni minuti durante i quali la polizia chiede i documenti a Corona che si rifiuta di darglieli. L'epilogo dell'accaduto alla fine non è chiaro, ma in un lungo post che commenta le immagini dell'episodio, Corona scrive confusamente il suo racconto: "Io con tutti i problemi personali che ho, psichici e familiari, rinchiuso in casa da due anni senza l’ora d’aria, nonostante cerchi di impedire che qualsiasi cosa di illegale possa venire attorno a me, e mi ritrovo 9 POLIZIOTTI IN CASA ARMATI che si mettono i guantini neri pronti ad un intervento importante perché pericoloso per la Sicurezza Pubblica che necessitava la presenza di 9 POLIZIOTTI, un plotone, pagato da noi contribuenti. Sono stanco, non ce la faccio più ,ve lo chiedo per favore, lo chiedo al Presidente della Repubblica, lasciatemi vivere in pace la mia vita legale con i miei immensi problemi. Ultima osservazione, il capo di questa delegazione di poliziotti che mi sono ritrovato in casa improvvisamente, uscendo ha pronunciato queste parole, che ho video ripreso, ma che non pubblico: “Ora ci divertiamo e ti facciamo chiudere di nuovo”. Venite pure a prendermi e richiudetemi di nuovo, sto giro mi taglio la gola, l’indirizzo lo conoscete è sempre lo stesso e lo conoscete anche bene, a quanto pare. Fanculo”.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su