TUTTO NEWS

Il papà di Nicola: “Abbiamo sbagliato a dare l’allarme solo la mattina”

Leonardo Tanturli padre del piccolo Nicola scomparso e poi ritrovato ammette l’errore

Il papà di Nicola: “Abbiamo sbagliato a dare l’allarme solo la mattina”

Leonardo Tanturli, padre del piccolo Nicola ritrovato vivo ieri a 3km dalla sua abitazione, ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera per spiegare cosa sia accaduto in questa faccenda che sembra piuttosto strana per alcuni suoi dettagli. Ad esempio i genitori hanno dato l’allarme solo 9 ore dopo la sua scomparsa, cioè la mattina dopo essersi accorti che il bambino era scomparso dal suo lettino: “Nicola è un bambino forte, è abituato a muoversi in campagna. Quando ci ha rivisto mi è sembrato tranquillo, si è spaventato solo quando è salito in ambulanza”. Il bimbo di soli 22 mesi sta bene, dovrà solo fare qualche accertamento all'ospedale di Firenze, per scrupolo. Tanturli ha dichiarato: "È stato un errore, riconosco che abbiamo sbagliato. Certo, eravamo molto preoccupati, ma conosco bene la zona. Io e la mia compagna pensavamo di riuscire a trovarlo presto. Dopo alcune ore, visto che lo chiamavamo e non rispondeva abbiamo pensato che si fosse addormentato vicino a casa, così abbiamo pensato che all’alba si sarebbe svegliato e l’avremmo ritrovato. Purtroppo non è stato così, a quel punto abbiamo chiamato il 112″. Pare che il piccolo fosse stato messo nel letto per il riposo pomeridiano e che fosse ancora a letto alle 19.30; a mezzanotte però era scomparso. “Vivendo in campagna è abituato a camminare in autonomia, ma finora solo per alcune decine di metri. Non si era mai spinto così tanto. Negli ultimi tempi è cresciuto di qualche centimetro, adesso riesce a raggiungere la maniglia. Deve avere aperto la porta, forse non ci ha trovato e iniziato a cercarci”. Nella zona ci sono diversi animali tra cui cinghiali e lupi per cui il padre si è detto molto preoccupato che qualcosa potesse andare storto. Ma tutto è andato per il meglio, il piccolo è stato trovato da un giornalista che si trovava nei paraggi; il padre ha raccontato l’emozione di averlo nuovamente a casa: “Lui parla ancora poco, ha detto “mamma” e poi che aveva fame. Ci ha abbracciato, per noi è stata una gioia fortissima”.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su