TUTTO NEWS

Norvegia: illegale usare foto ritoccate senza dichiararlo

La nuova legge contro l’insicurezza sociale vieta agli influencer di usare filtri senza dirlo

Norvegia: illegale usare foto ritoccate senza dichiararlo

Una legge in Norvegia ha reso illegale l’utilizzo subdolo di filtri e ritocchi alle foto; il motivo? Evitare di generare insicurezza nel pubblico che spesso si sente inferiore a standard di bellezza assurdi e soprattutto, falsi. La legge è stata approvata dal parlamento norvegese l'11 giugno e fa parte di un disegno di legge del Ministero norvegese per l'infanzia e la famiglia. Questa norma garantirà che i post in cui viene ritoccato un corpo di una persona siano chiaramente contrassegnati con un'apposita etichetta progettata dal governo stesso. Manca ancora la decisione del Re per l'ufficialità della legge che dovrà applicarsi ogni volta che una modifica intervenga sull'aspetto delle dimensioni del corpo, della forma o della pelle, compreso anche l'uso di semplici filtri. Il testo recita: «L'inserzionista e la persona che progetta l'annuncio devono inoltre garantire che l'annuncio in cui la forma, le dimensioni o la pelle di un corpo siano state modificate mediante ritocchi o altre manipolazioni, sia contrassegnato».

Anche le aziende che fanno pubblicità sui social dovranno adeguarsi quindi, e il Ministero si augura di contrastare quelle realtà che «giocano sull'insicurezza sociale, la cattiva coscienza, la bassa autostima o contribuiscono alla pressione del corpo. Si spera che la misura dia un contributo utile e significativo per arginare l'impatto negativo che tale pubblicità ha in particolare sui bambini e sui giovani».

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su