TUTTO NEWS

Tom Daley fa l’uncinetto e dona i ricavi ai bambini malati di tumore al cervello

Il tuffatore è da sempre sostenitore di diverse cause di beneficenza

Tom Daley fa l’uncinetto e dona i ricavi ai bambini affetti da tumore al cervello

Tutto il mondo lo ha visto seduto sugli spalti, intento a ricamare all’uncinetto durante le Olimpiadi di Tokyo 2020 mentre guarda i tuffi femminili. Per quale strana ragione? Il campione di tuffi sta lavorando per poi vendere all’asta i suoi lavori e donare i proventi all'organizzazione benefica per la lotta al tumore al cervello. Non è un segreto che abbia una splendida famiglia “arcobaleno” con il marito Dustin Lance Black e il figlio Robert Ray Black-Daley. E tutti dovrebbero sapere anche che l’atleta si è sempre dato da fare per beneficenza, da piccolo era già testimonial di Childline, una linea telefonica dedicata alle vittime di bullismo, poi recentemente si è prestato a una campagna per raccogliere fondi destinati alla lotta al cancro al cervello, che aveva colpito anche il padre di Daley, uccidendolo.
La passione per l’uncinetto, invece, è recente, nata con la noia del lockdown si è trasformata nell’ennesimo modo per fare del bene: Daley ha aperto una pagina Instagram dedicata ai suoi capi d'abbigliamento (bellissimi ed originali) fatti all’uncinetto. Così scrive l’atleta per incentivare le donazioni durante la raccolta  per la Brain Tumour Charity a cui hanno aderito 556 persone, riuscendo a raccogliere £5,787 in due settimane: «Mio padre è morto nel 2011 da un tumore al cervello e da allora ho cercato di raccogliere più soldi possibile per la Brain Tumour Charity per aiutare verso la ricerca per una cura e trattamenti! È il più grande killer di cancro sotto i 40 anni e abbiamo ancora molto da imparare!».

Che dire: talento, creatività e grande cuore, questo è Tom Dailey

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Tom Daley (@madewithlovebytomdaley)

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su