TUTTO NEWS

Cashback autostrade: di cosa si tratta e chi può richiederlo?

Un rimborso in caso di cantieri che allungano i tempi di percorrenza normali

Cashback autostrade: di cosa si tratta e chi può richiederlo?

Se è vero che le nostre autostrade sono zeppe di lavori in corso, c’è anche una bella notizia o almeno una piccola consolazione; Autostrade per l'Italia da oggi introduce il rimborso per quegli automobilisti che accumulano un ritardo dovuto ai tempi di percorrenza delle autostrade con lavori in corso. Ottenerlo sarà facile, non serve il Telepass, ma solo l’app Free to X, già disponibile per Android e Ios. Nel  comunicato stampa, Autostrade scrive: “Il cashback sarà erogato esclusivamente in caso di ritardi generati da cantieri per lavori sulla rete di Autostrade per l’Italia che influiscono sulla regolarità dei transiti a causa della riduzione delle corsie originariamente disponibili (esclusa la corsia di emergenza) e potrà essere riconosciuto già per itinerari brevi, a partire da 15 minuti di ritardo, consentendo l’accesso a rimborsi dal 25% al 100% del pedaggio, sulla base del tempo effettivo di viaggio e sulla lunghezza del percorso effettuato”. Sono esclusi invece dal rimborso i ritardi a causa del traffico o di altri imprevisti non connessi al piano di lavori per l’ammodernamento delle infrastrutture autostradali. Per chi utilizza il Telepass basterà dare gli estremi del dispositivo per ricevere il rimborso in automatico, per chi utilizza contanti o carte, per richiedere il rimborso sarà sufficiente inviare la fotografia attraverso l’app della ricevuta di pagamento, ritirata al casello di uscita. Gli accrediti verranno erogati a partire da gennaio 2022, per i transiti effettuati dal 15 settembre.
Per risparmiare potrete programmare le prossime vacanze in base ai cantieri stradali, tanto non mancheranno di sicuro. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su