TUTTO NEWS

Nicolas Cage cacciato da un ristorante di Las Vegas perché ubriaco e molesto

L’attore girava scalzo dopo shot di tequila e whiskey

Nicolas Cage cacciato da un ristorante di Las Vegas perché ubriaco e molesto

A tutti capita una serata no, quella di Nicolas Cage è stata la scorsa settimana, lunedì 20 settembre, quando è stato cacciato fuori dal ristorante gourmet Lawry's The Prime Rib di Las Vegas. L’attore aveva alzato il gomito ed era diventato piuttosto molesto; «è stato scambiato per un senzatetto», riferiscono alcuni testimoni, aveva la barba lunga, fantasiosi pantaloni leopardati, una maglietta nera e i piedi scalzi. «Era in un pessimo stato e andava in giro senza scarpe. Il personale ci ha detto che aveva bevuto shot di tequila e whisky Macallan 1980», racconta un testimone. «Gridava alle persone e cercava di attaccare briga, poi il personale gli ha chiesto di andarsene», ha aggiunto un altro testimone.
Forse per Nicolas Cage non è un grande momento: a maggio ha perso la mamma di 85 anni e anche il suo quinto matrimonio con la ventiseienne Riko Shibata, sembra non andare a gonfie vele. L’episodio della serata storia di Cage è stato ripreso dalle camere di sorveglianza e alla fine si vede il divo che tenta di rientrare nel locale dopo essere stato cacciato, ma il personale lo blocca per evitare ulteriori imbarazzi.
Una brutta serata in una vita però ricca di successi, almeno professionali. Il vero nome dell’attore è Nicolas Kim Coppola, essendo  nipote del regista del Padrino, Francis Ford Coppola, ma ha voluto liberarsene per poter costruire da sé la sua strada, cosa che gli è perfettamente riuscita; Cage ha recitato in film di successo, vincendo anche un Oscar in Via da Las Vegas. Un po’ peggio la vita privata con il quinto matrimonio che sembra arrivato al capolinea, ma Nicolas Cage può sempre concentrarsi sul suo nuovo ruolo di produttore, senza esagerare con il whiskey. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su