TUTTO NEWS

In Colombia due giorni di ferie dopo la perdita di un animale domestico

La proposta servirebbe per "superare il dolore della perdita e non venire preoccupati a lavoro"

In Colombia due giorni di ferie dopo la perdita di un animale domestico

“Mi è morto il gatto” si usava come scusa ai tempi delle scuole come giustificazione per non avere svolto tutti i compiti; se ci pensate bene però, quando muore un animale domestico a cui si è davvero affezionati è proprio come un lutto famigliare. Proprio per questo Alejandro Carlos Cachon, deputato del Partito Liberale della Colombia, ha proposto un disegno di legge che imponga ai datori di lavoro di offrire due giorni di ferie retribuite ai dipendenti che hanno appena perso un animale domestico: “Alcune persone non hanno figli, ma hanno un animale domestico molto amato con cui sviluppano un legame profondo e fraterno e il congedo retribuito proposto aiuterebbe le persone a “superare il dolore e il dolore per la perdita di questi amati animali senza essere preoccupati dal loro lavoro”, così ha spiegato l’idea il deputato Chacon. Ora il disegno di legge deve affrontare il vaglio di Camera e Senato prima di diventare legge effettiva. Se dovesse succedere, la legge comunque sarà valida solo ed esclusivamente per gli animali domestici e non quelli esotici; se ti muore un serpente ad esempio, ti tocca andare lo stesso a lavoro. Nella proposta di parla di animali con cui il proprietario aveva “un forte legame sentimentale”. Le condizioni per accedere al permesso retribuito saranno due: bisognerà avere comunicato al proprio datore di lavoro l’esistenza dell’animale e il dipendente dovrà provarne il decesso con relativa documentazione veterinaria. In Colombia accoglieranno positivamente la notizia, visto che 6 famiglie su 10 hanno in casa un animale domestico. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su