TUTTO NEWS

California: da oggi è reato rimuovere il preservativo senza consenso

Lo stealthing farà parte delle molestie sessuali perseguibili civilmente

California: sarà reato da oggi rimuovere il preservativo senza consenso

La California ha firmato la legge che criminalizza la pratica dello “stealthing”, cioè la rimozione del preservativo durante un rapporto sessuale e senza consenso da parte del partner. Dopo la firma del governatore Gavin Newsom,  la pratica si aggiunge alla lista di molestie sessuali che prevede la citazione in causa per la richiesta di danni civili.
Garcia aveva iniziato la sua battaglia contro lo stealthing già qualche anno fa dopo aver analizzato uno studio di Yale che vedeva questa cattiva abitudine in crescita sia tra eterosessuali che omosessuali. A sostenere la causa anche il Progetto di ricerca educativa legale del sesso che era interessata alla legge cha avrebbe permesso alle sex worker di denunciare quei clienti che sfilavano il preservativo a tradimento. La battaglia per l’approvazione è stata lunga e tortuosa per la difficoltà di provare tale reato, all’interno di un rapporto consensuale. Per lo stesso motivo le donne faticherebbero a denunciare queste dinamiche, cosa che sarà più facile, adesso che esiste una legge circoscritta.
A fare da apripista fu in realtà una sentenza Svizzera del 2017 che condannò un uomo  per violenza sessuale perché aveva rimosso il profilattico durante il rapporto, ovviamente senza il consenso della partner, che secondo il giudice a quelle condzioni non avrebbe accettato di avere un rapporto sessuale con l’uomo.
"Questa legge è la prima di questo tipo nella nazione, incoraggio gli altri Stati a seguire la direzione della California e rendere chiaro che lo 'stealthing' non è solo immorale, ma illegale", ha dichiarato Garcia dopo la firma. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su