TUTTO NEWS

Condannato anche in Appello il gallo austriaco canterino

Il silenzio in campagna dopo le 22 è sacro

Condannato anche in Appello il gallo austriaco canterino

Un gallo del Tirolo è stato condannato anche in Appello dopo il ricorso dell’azienda agricola in cui viveva. Chi sta in campagna cerca pace e silenzio. Quindi il canto del gallo non andava proprio giù al vicino che era arrivato fuori città proprio per godersi la tranquillità. La notizia è stata riportata dal Tiroler Tageszeitung, una testata locale austriaca, che racconta di come il canto del gallo provocasse la reazione dei tre cani della fattoria che abbaiano anche per ore per rispondere al gallo. Proprio questa confusione generale è costata la condanna all’azienda agricola, sia a causa del canto del gallo che del trattore che il contadino era solito usare a tarda notte. Secondo la difesa, il vicino avrebbe dovuto conoscere i rumori che un’azienda agricola produce; ma il giudice non ha dato ragione ai lavoratori, ma piuttosto ha tutelato il diritto alla quiete che secondo i giudici va tassativamente rispettato dopo le 22. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su