TUTTO NEWS

Uomo fa causa all’app di incontri: troppe poche donne single

L'uom ha pagato 9400 dollari, ma sull'app c'erano solo 5 donne!

Uomo fa causa all’app di incontri: troppe poche donne single

Ina Cross, un ventinovenne residente in Colorado è iscritto all’app di incontri Denver Dating Company, fin qui niente di strano. Non stiamo parlando del solito Tinder, quest’app sofisticata gli è costata ben 9.400 dollari con la speranza di ottenere così degli appuntamente interessanti; gli erano state promesse una valanga di donne single tra cui scegliere. ma una volta iscritto è riuscito a trovarne solo 5 nella sua città di un’età compresa tra i 18 e 35 anni, cioè quelle per lui papabili. Inutile dire che non l’ha presa bene, più povero e sempre single, ha deciso di citare in tribunale l’app per aver attuato pratiche scorrette.
Le accuse mosse dall’uomo sono di Pubblicità ingannevole, violazione del contratto e frode: per questo ha denunciato la Denver Dating Company, riportando l’accaduto; non solo c’erano scarsità di donne, ma anche il servizio fotografico che era incluso nel pacchetto pagato, non è mai stato effettuato. "Mi era stato detto che quel sito, sul suo database, conteneva un numero enorme di donne single nella fascia di età di mio interesse - ha riferito Cross alla stampa locale - ma poi ne ho trovate solo cinque". Pare anche che l’azienda si fosse procurata una serie di recensioni positive, ma false per attirare nuovi clienti single; così dopo innumerevoli discussioni e richieste di risarcimento Cross ha oprato per le vie legali. Non ha trovato moglie, ma almeno potrà godersi i soldi che probabilmente riuscirà a recuperare.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su