TUTTO NEWS

Caso Gabby Petito: il fidanzato si è suicidato con un colpo di pistola

Brian era già morto quando è stato ritrovatoil cadavere di Gabby, strangolata

Caso Gabby Petito:  il fidanzato si è suicidato con un colpo di pistola

Brian Laundrie, fidanzato della blogger Gabby Petito, sparita e poi ritrovata morta, si è suicidato; a darne notizia è l’avvocato Steven Bertolino: "Chris e Roberta Laundrie, sono stati informati che la causa della morte del figlio è stata una ferita da arma da fuoco alla testa e che si è trattato di un suicidio".  Brian aveva fatto perdere le sue tracce poco dopo la scomparsa della fidanzata, facendo ricadere su di lui tutti i sospetti di un possibile delitto. Nei mesi precedenti Gabby e Brian erano partiti per un tour in giro per gli Stati Uniti, dopo alcune settimane il giovane era tornato a casa da solo dicendo che Gabby si era allontanata da sola spontaneamente. Dopo i primi accertamenti, viene coinvolto nelle indagini, ma anche lui sparisce; a quel punto vengono ritrovati i resti di lei, strangolata, in un campeggio del Wyoming.
Anche Brian viene ritrovato morto alcuni giorni dopo in Florida e solo ora si ipotizza dopo accurati esami sul corpo molto deteriorato che si sia trattato di un suicidio, avvenuto ben prima del ritrovamente del cadavere di lei. “Chris e Roberta sono ancora in lutto per la perdita del figlio e sperano che questi risultati possano portare la pace ad entrambe le famiglie”, ha concluso l’avvocato della famiglia Laundrie. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su