TUTTO NEWS

Punire i bambini a scuola? No, meglio la meditazione

La curiosa iniziativa di una scuola elementare americana

Punire i bambini a scuola? No, meglio la meditazione

Ai nostri tempi si usava mettere in punizione i bambini con il compito di "riflettere sui propri errori”, ma in realtà era un punizione e basta. Oggi alla Robert W. Coleman Elementary School, questa cosa viene davvero messa in pratica: ha deciso di inserire all’interno del percorso didattico la pratica della meditazione. In questo progetto è stata coinvolta l’organizzazione no profit Holistic Life Foundation. Dentro l’edificio scolastico è presente la “Mindful Moment Room”, una stanza calda e luminosa in cui i bambini si trovano per fare yoga e altre attività meditative. Sul pavimento una distesa di cuscini per la stanza si possono odorare oli essenziali che aiutano a ritrovare la pace interiore. In questa stanza possono respirare profondamente, calmarsi. La preside della scuola, Carlillian Thompson, ha spiegato i benefici dell’iniziativa “Alcuni dei nostri figli sono senzatetto. Alcuni di loro vengono a scuola da situazioni in cui non hanno luci a casa o cibo. Quindi stiamo cercando davvero duramente di rendere questo un luogo dove i bambini si sentano al sicuro e dove i loro bisogni siano soddisfatti". I bambini che non si comportano bene vengono accompagnati nella Mindful Moment Room dove i volontari dell’associazione li guidano in un momento di meditazione e rilassamento. Uno studente di 9 anni ha raccontato la sua esperienza personale: "Quando mi arrabbio per qualcosa o qualcuno, faccio dei respiri profondi, continuo a fare il mio lavoro e metto fuori tutti gli altri. Ti dà una buona sicurezza quando devi fare qualcosa di importante". Sarebbe bello ci fosse dappertutto una stanza dove prendersi un momento per sé, sia da bambini che da adulti.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su