TUTTO NEWS

Limite contanti 2022: cambiano le regole e le sanzioni per l’uso dei contanti

Per i pagamenti in contanti il limite sarà inferiore ai 1000 euro

Limite contanti 2022: cambiano le regole e le sanzioni per l’uso dei contanti

Dal 1 gennaio 2022 cambieranno le soglie per i pagamenti in contanti. La nuova soglia dei contanti è fissata da 1999,99 euro a 999,99 euro e verrà applicata per qualsiasi tipo di pagamento, cioè di passaggio di denaro tra persone fisiche o giuridiche. Non sarà possibile fare un prestito a un parente o pagare un artigiano in contanti per una cifra di 1000 euro o superiore. Nulla cambierà invece per quanto riguarda i prelievi perché si tratta di movimenti che riguardano una sola persona; si potrà prelevare quanto si vuole e poi spenderli poco alla volta. Lo stesso limite vale per i versamenti. Non si potranno depositare più di 999,99 euro di contanti sul proprio conto. Con il diminuire della somma minima consentita per pagamenti e versamenti, diminuisce anche la sanzione minima che oggi è fissata a 2000 euro e che sarà dal 1 gennaio 2022 di 1000 euro; questa regola non vale per i professionisti e per chi in generale non segnali la violazione; per loro la sanzione minima rimane di 3000 euro e può andare fino ai 15.000 euro. La misura fa parte delle iniziative volte a diminuire i passaggi di denaro riciclato, favorendo i pagamenti tracciabili effettuati con carta o bonifico. In molti paesi d’Europa esiste un limite ai contanti, 12 su 30; i Paesi più severi sono la Francia, con il limite a 1.000 euro per i residenti e 15.000 per i non residenti e il Portogallo con 1.000 euro.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su