TUTTO NEWS

Università di Pisa: dal 2022 i bagni saranno “gender free"

Niente più toilette divise tra maschi e femmine

Università di Pisa: dal 2022 i bagni saranno “gender free"

L’Università di Pisa è da sempre molto attenta alle questioni di genere e alla lotta contro la discriminazione, nel 2007 aveva introdotto la carriera alias, cioè la possibilità di mettere sul libretto un nome diverso da quello anagrafico. Adesso arriva la notizia che da giugno 2022 i bagni di questa università saranno genderless, cioè non suddivisi tra bagni per uomini e per donne. 

Il progetto era già in cantiere da un po’ ma è stato rimandato a causa della pandemia: "Se non ci fosse stata la lunga parentesi Covid, che ha fatto slittare tutto di un anno, l’operazione sarebbe già oggi a regime", conferma il professor Arturo Marzano, delegato del Rettore per le attività di Gender studies and equal opportunities. Nel frattempo un gruppo di studenti ha tappezzato i bagni con alcuni volantini a sostegno dell’iniziativa che vorrebbero fosse immediate, il foglio appeso recita: “Questo è un bagno neutro, a casa tua i bagni sono divisi per genere?”; E ancora: “Dividere i bagni per uomo e donna è violenza di genere". 

Per identificare i bagni genderless si sta studiando il metodo migliore, c’è chi propone di togliere tutte le etichette di genere e lasciare il simbolo del WC e chi crede che sia meglio introdurre l‘etichetta del genere neutro. Parallelamente ai bagni genderfree nei bagni dell'Università sono presenti i tampon-box dove è possibile lasciare un assorbente a disposizione di altre donne che ne hanno bisogno. un piccolo gesto di solidarietà che secondo gli studenti è un passo verso la violenza di genere. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su