TUTTO NEWS

Secondo l'Unione Europea i rider devono essere dipendenti

L’8 dicembre arriva il pacchetto lavoro che sancisce l’obbligo di assunzione

Secondo l'Unione Europea i rider devono essere dipendenti

Sono 1,5 milioni di persone che oggi lavorano per le aziende di food delivery: Glovo, JustEat, Deliveroo e UberEats sono le più famose. JustEat applica ai rider il Contratto Nazionale del settore della logistica, trasporto, merci e spedizioni. Gli altri invece utilizzano il contratto di Asso Delivery con Ugl, che però è stato bocciato dal tribunale di Bologna che ha condannato i datori di lavoro a risarcire i rider con un vero contratto nazionale. Ma ancora oggi solo JustEat ha provveduto alla stipula di un contratto. La direttiva europea sarà votata dal Parlamento Europeo e dal Consiglio e diventerà così una vera e propria legge che gli Stati dovranno rispettare. Il contratto da dipendenti prevede una serie di tutele come la previdenza sociale, ma non ci sono direttive in merito alla lunghezza del contratto, che può essere anche a tempo determinato. Inoltre gli algoritmi utilizzati per giudicare l’operato dei lavoratori rider dovranno essere resi pubblici. I rider non sono lavoratori autonomi come le aziende di delivery vorrebbero fare credere, ma sono vincolate dalle piattaforme. In Francia, Germania e Spagna il riconoscimento del lavoro dipendente dei rider è già avvenuto. Lo scorso ottobre, il tribunale di Milano ha condannato per caporalato il colosso Uber, disponendo il risarcimento per 44 fattorini, molti dei quali erano migranti da vari paesi dell'Africa e sfruttati per la loro condizione sociale emarginata. Oa le aziende dovranno seriamente provvedere a tutelare i propri rider. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su