TUTTO NEWS

Arrivano a Siena Muznir e Mustafa, papà e figlio senza arti simbolo della guerra in Siria

I due sono diventati famosi grazie al concorso del Siena international photo awards

Arrivano a Siena Muznir e Mustafa, papà e figlio senza arti simbolo della guerra in Siria

Sono in arrivo a Siena Munzir e Mustafa, papà e figlio siriani protagonisti di uno scatto del fotografo turco Mehmet Aslan che gli ha fatto guadagnare il premio del “Siena international photo awards” e ha portato alla luce la loro storia, mostrando a tutti il risultato delle atrocità che la Siria ha vissuto e sta vivendo. Lo scatto mostra un papà e un figlio che giocano nonostante lo sfondo della guerra in SIria, nonostante siano entrambi privi di arti. Al papà manca una gamba, persa a causa di una bomba sganciata dal regime di Assad; al figlio mancano entrambe le braccia e le gambe per colpa di una malformazione fetale, probabilmente causata dal gas nervino inalato dalla mamma durante la gravidanza. 
Gli organizzatori del concorso che hanno visto quella foto, oltre a premiarla, hanno voluto fare qualcosa, organizzando una raccolta fondi online che ha fruttato 100 mila euro. Quei soldi saranno utilizzati per curare Munzir e Mustafa che saranno operati nel Centro protesi Vigore di Budrio e dovranno seguire una lunga riabilitazione. La famiglia sarà ospitata a Siena, in un posto messo a disposizione dalla curia e forse proprio qui potranno ricominciare una nuova vita. Luca Venturi, fondatore e direttore artistico del premio fotografico, ha espresso la sua soddisfazione: "La potenza comunicativa di quella foto si è trasformata in un reale sostegno alla famiglia grazie alla raccolta fondi che abbiamo lanciato, alla quale hanno aderito tante persone. Come concorso fotografico non ci ritenevamo i soggetti più giusti per fare questo, ma alla fine è stata una scelta giusta perché è stato reso possibile questo miracolo".

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su