TUTTO NEWS

Pasqua: quali sono le tradizioni più strane nel mondo

Tra sacro e profano i festeggiamenti per Pasqua sono i più svariati

Pasqua: quali sono le tradizioni più strane nel mondo

A Bormio, in Valtellina, la Pasqua si festeggia con i Pasquali, una tradizione che ha le sue radici addirittura nel nel Medioevo; i pasquali sono delle elaborate portantine a tema religioso, fatte a mano dai giovani del paese, richiedono mesi di lavoro e vengono poi portate a spalla la domenica pasquale in sfilata per le vie del paese. Bambini, famiglie e gruppi folkloristici, tutti vestiti con il costume tradizionale. In una città della Francia del sud, a Haux ogni anno il lunedì di Pasqua la Confraternita dell'Omelette Gigante si riunisce per cucinare una frittata gigante con 15.000 uova; la frittatone viene poi offerta ai turisti che partecipano ai festeggiamenti nella piazza principale.
In Grecia la tradizione si fa quasi pericolosa: la mattina del Sabato Santo ile persone lanciano pentole, padelle e altri oggetti di terracotta, spesso pieni d'acqua, fuori dalle finestre per romperli in strada. Questo rumoroso rituale serve ad allontanare gli spiriti maligni, mentre i turisti portano a casa i cocci come portafortuna, provando a schivare le schegge impazzite. In Norvegia, infine, la pasqua è thriller: da anni è in auge la tradizione di leggere, guardare e ascoltare storie di crimini e misteri durante tutte le vacanze pasquali. La tradizione è nata per una trovata pubblicitaria in occasione di un lancio letterario, ma è rimasta come consuetudine, molto particolare per la Pasqua. In generale dappertutto la tradizione più diffusa a Pasqua rimane quella di mangiare in abbondanza!

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su