TUTTO NEWS

Lo steward Ryanair boicotta il jingle di atterraggio e saluta tutti in sardo

"Non mettiamo la musichetta dell'atterraggio perché fa pietà"

Lo steward Ryanair boicotta il jingle si atterraggio e saluta tutti in sardo

Alzi la mano chi non si è trovato in imbarazzo quando al momento dell’atterraggio sulla più famosa compagnia aerea low cost parte il jingle di vittoria seguito dall'applauso dei passeggeri. Il volo Ryanair in arrivo da Cagliari giovedì mattina e atterrato a Torino, ha avuto un esito diverso: uno steward sardo ha deciso di rivolgersi in dialetto ai passeggeri, suscitando non poca ilarità e soprattutto boicottando la musichetta di atterraggio. 
L’uomo in "limba" campidanese (tipica del sud dell'Isola) ha enunciato al microfono: “Non poneus sa musichedda de s'aterràgiu ca fait piedadi", ossia "non mettiamo la musichetta dell'atterraggio perché fa pietà". E ancora (in sardo): "State attenti quando prendete i bagagli, che altrimenti vi finiscono addosso e date sempre la colpa a me" e poi ha consigiiato ai fumatori di smettere: "Smettete che fate un favore al mondo e puzza". Poi ha chiuso: "se avete bisogno di più informazioni andate sul sito di Ryanair che tanto non funziona", ironizzando sui frequenti disservizi del sito internet della compagnia. E infine ha salutato tutto il “pubblico” che evidentemente comprendeva bene il dialetto visto che ha applaudito e riso gran parte del tempo. "Grazie per essere stati con noi quassù, e a presto, magari domani, dopodomani...". Il video su Twitter ha spopolato, sulla musichetta di atterraggio sono tutti d'accordo: meglio evitare. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su