TUTTO NEWS

Ragazzo autistico trova lavoro a 17 anni grazie alla passione per il gaming

Jesse Cross ha fatto della sua passione un mestiere

Ragazzo autistico trova lavoro a 17 anni grazie alla passione per il gaming

In Australia, Jesse Cross, un 17enne australiano affetto da autismo, è riuscito a fare della sua passione per i videogame e la programmazione un lavoro vero e proprio. Una cosa non facile sia per la sua giovane età che per la sua condizione, che tavolta gli genera difficoltà.  

Jesse è uno studente della cittadina di Berri nello stato federato dell'Australia Meridionale, possiede un cane di nome Sookie e il suo Pokémon preferito è Charizard. In famiglia sono tre fratelli, tutti e tre affetti da autismo e con la stessa passione per i videogiochi. "Ho sempre amato i videogiochi, credo di aver iniziato a giocare quando avevo cinque o sei anni", ha affermato Jesse. 
La mamma dei ragazzi si è rivolta a un’associazione, Minds at Play, che organizza sessioni di gioco online su misura per le persone con disabilità che possono così giocare insieme, stimolando la comunicazione e le capacità d'interazione sociale. I fratelli di Jesse hanno cominciato a divertirsi con Minecraft e Dungeons and Dragons, ma lui si è dimostrato interessato anche a fare vedere cosa sapeva fare con la programmazione. Gli organizzatori di Minds at Play sono rimasti colpiti dalle sue abilità di coding e gli hanno offerto l'opportunità di insegnare a sviluppare un videogioco. Il ragazzo ha così organizzato tre sessioni di programmazione, la prima delle quali è andata a ruba in meno di due minuti. Jesse ha creato oltre 100 progetti diversi che potrebbe anche vendere: "Potrei confezionarli e trasformarli in un eseguibile –  afferma Jesse – Ci sono importanti possibilità di crescita, se lo volessi. Tutti cerchiamo di trovare uno scopo nel mondo e forse io ho trovato il mio".

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su