TUTTO NEWS

Viaggiare riduce lo stress e fa bene alla salute cardiovascolare

Ecco come mai viaggiare fa bene secondo la scienza

Viaggiare riduce lo stress e fa bene alla salute cardiovascolare

Viaggiare è sempre un piacere e ha i suoi oggettivi benefici, a confermarlo ci sono molti studi e il parere di diversi esperti. 
Gli effetti positivi iniziano da prima di partire: iniziare a programmare un viaggio ci fa pregustare il momento in arrivo e migliora l’umore. Adam Galinsky, psicologo sociale della Columbia University di New York, ha svolto numerose ricerche sulla connessione fra viaggi e attività cognitiva: Le esperienze fatte lontano dalla propria quotidianità aumentano la flessibilità cognitiva, la profondità e l’integrazione del pensiero: ci rendono cioè più capaci di vedere e trovare connessioni fra elementi molto diversi e quindi favoriscono il pensiero ‘laterale’, quello che esce dal consueto”, spiega lo psicologo.
I benefici maggiori si ottengono quando si viaggia in un altrove molto differente dal nostro contesto abitualeconferma Enrico Zanalda, presidente della Società italiana di psichiatria – tuttavia anche 'cambiare aria' in maniera meno drastica è sempre utile. Viaggiare, uscire da casa propria significa sempre mettersi un po’ in discussione e alla prova, lasciare la routine e le relazioni usuali per confrontarsi con altre abitudini, altre persone. Viaggiare, quindi, aumenta la capacità di risolvere problemi attraverso nuove soluzioni e ci rende più resilienti”. 
Va benissimo imparare a viaggiare fin da piccolini, secondo Zanalda e le gite scolastiche servono anche per questo: “Per imparare a uscire dalla propria zona di comfort. Riuscirci fornisce più strumenti per affrontare la vita, in più è una buona ‘palestra emotiva’”.
Infine i benefici sono anche sulla salute, come conferma anche Zanalda: “Molti utilizzano i viaggi quasi come 'regolatori dell’umore', come un modo per stare meglio. Anche per questo quando le vacanze ci vengono rovinate per qualsiasi motivo ne soffriamo moltissimo, persino più di quanto saremmo disposti ad ammettere razionalmente”. È stato dimostrato. infatti, che viaggiare un paio di volte durante l’anno riduce il rischio di malattie cardiovascolari fino al 20-30 per cento grazie alla limitazione dello stress e al recupero del benessere psicologico. A questo punto tutti a fare le valige!

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su