TUTTO NEWS

Ci sono delle invenzioni assurde che hanno arricchito i propri creatori

Alle volte un’idea semplice diventa geniale

Ci sono delle invenzioni assurde che hanno arricchito i suoi creatori

Nella storia (recente), alcune persone hanno avuto delle idee discutibili e ci hanno gaudagnato milioni di dollari. Vuoi degli esempi? Eccoli. 

  • Nel 2005 uno studente britannico creò la Million Dollar Homepage. Una pagina web inutile che lo fece diventare ricco. Lui era Alex Tew, aveva 21 anni e creò un sito web composto da un milione di pixel. Un normale display a 1080p, come quello che solitamente si ha su telefono o computer, ne ha più di due milioni. Il sito aveva meno della metà dei pixel del vostro schermo. Poi ha deciso che avrebbe venduto i pixel a 1 dollaro l’uno a chi volesse farsi pubblicità ed il suo affare è riuscito. il sito web gli ha fruttato un milione di dollari. Geniale? O sono stupidi gli acquirenti?
  • L’app iFart, per iPhone emette il suono di un peto quando si preme un pulsante. Questa applicazione tutt’altro che nobile, creata nel 2008 è stata venduta a 0,99 dollari. Ha trascorso settimane al primo posto tra le applicazioni più vendute dell’Apple Store e ha fruttato una marea di soldi al suo inventore! Pensate che iFart è tra le 20 applicazioni per iPhone più vendute di tutti i tempi.
  • I Beanie Babies anche hanno fatto la fortuna del loro creatore, Ty Warner, che decise di vendere i peluche solo in piccoli negozi indipendenti e non nelle grandi catene di giocattoli, creando un giocattolo “indi”, facendolo sembrare più “prezioso”, ma di fatto era un peluche normalissimo. Creata nel 1993, l’azienda di Warner fece su 700 milioni di dollari in un solo anno. Nel 1999, il fatturato annuo era di 1 miliardo di dollari.
  • Infine c’è stato l’inventore delle pietre con gli occhi; Gary Dahl, il creatore del Pet Rock. Sassi con degli occhietti finti che venivano venduti nel 1975 a 3,95 dollari a sasso. E alla gente piacevano un sacco; la moda non durò a lungo, forse perché erano scomodi da portare, ma comunque Dahl vendette quasi cinque milioni di sassi nell’anno di lancio, guadagnando più di 15 milioni di dollari per la sua idea.  

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su