Tuttonews

Ben sette italiani su dieci sono insoddisfatti del proprio lavoro

I motivi principali di questo disagio professionale riguardano lo stipendio inadeguato, gli orari poco flessibili e la precarietà del posto di lavoro.

A sette italiani su dieci non piace il proprio lavoro

Secondo Forbes, nota rivista americana di economia e finanza, l'insoddisfazione sul lavoro e la demotivazione dei dipendenti causano la perdita di milioni di dollari in termini di produttività.

In Italia quello dei lavoratori insoddisfatti è un problema piuttosto serio. Stando alle ultime statistiche, infatti, ben 7 italiani su 10 non sono soddisfatti del proprio impiego. Sono diversi i motivi alla base di un fenomeno che danneggia in modo rilevante il mercato del lavoro italiano: al primo posto, infatti, i lavoratori si dichiarano scontenti innanzitutto per lo stipendio inadeguato (56%), per gli orari poco flessibili (48%), per la propria posizione precaria e l'incertezza contrattuale (41%) e per l'assenza di benefit e altri incentivi economici (37%).

Stando ad uno studio condotto da Sodexo, azienda leader nei servizi per la qualità della vita e benefit aziendali, se le donne italiane chiedono al loro superiore forme contrattuali più flessibili (63%) e agevolazioni per servizi dedicati alla famiglia come asilo nido o baby sitting (62%), gli uomini invece preferiscono ricevere dei buoni pasto o un buon servizio mensa aziendale (60%) e un rimborso spese per il tragitto casa-lavoro (59%).

L'indagine è stata svolta su circa 1.200 persone tra i 18 e i 65 anni con metodologia Web Opinion Analysis, basata cioè sul monitoraggio online dei principali social network, blog, forum e community. Sono stati anche coinvolti dieci docenti universitari, che hanno dato la propria valutazione accademica per indagare il grado di soddisfazione dei lavoratori italiani nel proprio ambiente di lavoro. 

È risultato che il numero degli scontenti, inoltre, varia anche in base all'età e alla regione: se infatti la percentuale degli insoddisfatti tocca livelli alti tra impiegati (75%) e operai (73%), il tasso di manager (38%) e dirigenti (32%) infelici è nettamente inferiore. I dipendenti più disillusi, infine, provengono principalmente dal Mezzogiorno (78%), in cui si registra un tasso superiore rispetto al Centro (70%) e al Nord (55%).

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 Story
 
105 2k & More!
 
105 Trap
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Michael Jackson
 
MUSIC STAR Ligabue
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
Zoo Radio
 
105 Hits
 
105 Estate
 
105 InDaKlubb
 
Radio Bau & Co
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 Classics
 
105 Dance 90
 
105 HipHop & RnB
 

Playlist tutte