tutto news

Smettere di fumare ringiovanisce il viso, risultati dopo 9 mesi

Un sano elisir di bellezza? Eliminare le sigarette dalle abitudini quotidiane

Smettere di fumare ringiovanisce il viso, risultati dopo 9 mesi

State pensando di smettere di fumare ma l’impresa risulta più complessa del previsto? Ora la scienza comunica nuove scoperte interessanti che potrebbero essere un ulteriore elemento di incoraggiamento.

Pare, infatti, che dire “stop” al fumo avrebbe benefici non solo su tutto l'organismo, ma nello specifico sulla pelle. Gli effetti sarebbero visibili già dopo 9 mesi, con una riduzione dei segni dell'invecchiamento del viso. Lo rivela uno studio italiano, apparso su SkinMed e presentato durante il 39simo congresso della Società Italiana di Medicina Estetica (Sime) tenutosi a Roma.

Adele Sparavigna, presidente dell'Istituto di ricerca in Dermatologia Derming di Milano, lo spiega in questi termini:

"Abbiamo reclutato 60 forti fumatrici chiedendo loro di smettere di fumare per 9 mesi. In questo modo, abbiamo potuto dimostrare che l'astensione dal fumo di sigaretta provoca un ringiovanimento misurabile della pelle del volto".

La cosa si traduce con "un aumento di molto considerevole della luminosità del tessuto, riduzione rughe perioculari e il ritorno a condizioni quasi iniziali delle proprietà meccaniche della cute".

In linea generale non è la nicotina a provocare il maggior numero di danni, bensì le sostanze dannose derivate dalla combustione. Un centinaio di queste risultano essere cancerogene e sono proprio loro a creare danni nell'organismo (pelle compresa) una volta che vengono inalate.

Sono in atto diversi tentativi da parte delle aziende produttrici, come Philip Morris: da ormai 10 anni è impegnata nella ricerca di prodotti a rischio a basso rischio per riscaldare il tabacco senza bruciarlo, riducendo gli effetti dannosi.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su