tutto news

In Usa i robot sostituiscono i bancari: a rischio il lavoro anche in Italia?

Citigroup punta a dimezzare il suo personale e questo grazie all’utilizzo delle macchine. Ma siamo sicuri che sia uno scenario spaventoso?

In Usa i robot sostituiscono i bancari: a rischio il lavoro anche in Italia?
Il futuro è già qui?
Sembra proprio che il futuro in cui i robot lavoreranno fianco a fianco dell’uomo e talvolta gli ruberanno proprio il posto non sia uno scenario lontanissimo ma quanto mai attuale. L’era dei robot è ormai iniziata e noi ci siamo dentro.
Sembra infatti che il colosso americano Citigroup punti a dimezzare il personale. Da 20 mila potrebbero passare a 10 mila. Grazie a (o per colpa di) chi? Dei robot, che sono più efficienti e veloci dell’uomo.
È il Financial Times a riportare la notizia e a ricordare che anche John Cryan, ex numero uno di Deutsche Bank, aveva annunciato che metà della forza lavoro della banca avrebbe potuto essere sostituita dalle macchine.
Stando così le cose, il panorama che si dipinge davanti agli occhi sembra un vero e proprio incubo. Ma è davvero così?
 
Secondo quanto riportato su dirittiglobali.it, Lando Sileoni, segretario generale della Fabi, ha dichiarato:
«Se si apre un confronto nelle aziende e nei gruppi, all’interno di un quadro generale da definire in ambito Abi, si possono concordare nuove opportunità, nuove attività e nuove professioni il rinnovo del contratto può essere un’opportunità da sfruttare».
Un recente studio di Accenture, società di consulenza internazionale, ha mostrato che l’introduzione delle nuove tecnologie all’interno del mondo delle banche potrebbe portare, entro il 2020, a un incremento dei ricavi fino al 34%. Contemporaneamente porterebbe a un aumento dell’occupazione fino al 12% (che è poi quello che ci interessa).
È anche vero che nel settore del credito sono 30 mila le persone che rischiano di perdere il loro posto di lavoro. E questo nell’arco di soli 10 anni.
 
Di fatti i sindacati sono al corrente di tutto ma non si sono lasciati allarmare. Secondo loro il cambiamento e l’avvento del digitale devono semplicemente essere controllati.
Agostino Megale, segretario generale Fisac-Cgil, ha infatti dichiarato:
«I contratti dovranno prevedere cabine di regia per governare il cambiamento indotto dalla digitalizzazione con norme e regole su orari, professionalità, occupazione e smart working».

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Hits
 
105 Trap
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Ligabue
 
Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 Story
 
Radio Bau & Co
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Classics
 
105 Dance 90
 
105 Miami
 
105 InDaKlubb
 

Playlist tutte