Tutto News

Militari in sovrappeso a dieta: arriva la circolare del Ministero

I militari di Esercito, Marina e Aeronautica che hanno qualche chilo di troppo sono avvertiti: meglio fare una bella dieta, prima che arrivi l’obbligo dal Ministero della Difesa.

Militari in sovrappeso a dieta: arriva la circolare del Ministero

La forma fisica è importante. Soprattutto per i militari, che sono impegnati a volte in imprese dove avere qualche chilo di troppo può essere davvero un problema. Per adesso non c’è nessuna dieta forzata, ma le cose potrebbero cambiare presto. Il Ministero della Difesa, infatti, ha momentaneamente sospeso una circolare che regolamentava le situazioni di “eccesso ponderale” che portavano alla sospensione per inidoneità nei casi più “gravi”. Allo stop è seguita una richiesta allo Stato Maggiore della Difesa, al fine di disciplinare la questione all’interno di tutte le Forze Armate, ovvero di Esercito, Marina e Aeronautica.

Il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, che ha voluto il provvedimento, scrive sul suo profilo Facebook: “Su questo tema dell'obesità nelle Forze Armate il punto è che fino ad oggi il sovrappeso dei nostri militari era stato motivo di congedo, di abbandono. Ho ascoltato casi di chi con qualche chilo in più è stato messo alla porta, altri di chi si è trovato spinto ad intraprendere un'operazione chirurgica molto delicata per la riduzione dello stomaco”. Da qui parte l’idea di aiutare i militari con qualche chilo di troppo e di evitarne il congedo per questa motivazione. “La forma fisica e lo stato di salute sono due aspetti importantissimi nella vita e, ovviamente, anche nelle Forze armate - prosegue il ministro - chi riscontra problemi di questo genere deve essere seguito e aiutato, il che non significa soprassedere alle regole sia chiaro (perché il principale sforzo deve essere del soggetto stesso), bensì significa far sentire i nostri militari parte di una grande famiglia. Significa supportarli di fronte a un problema oggettivo”.

I militari a cui piace mangiare, dunque, sono avvertiti: a breve potrebbe arrivare una direttiva del Ministero che li “obblighi” a fare una dieta a base di gallette di riso e petto di pollo scondito. Come spiegano dalla Difesa in una nota stampa: “Non sarà un provvedimento-capestro, si tratterà dell'individuazione di un percorso guidato che consenta di tenere conto anche dell'età e dell'incarico ricoperto”. Il processo di remise en forme terrà conto dell’età del soldato e della sua posizione all’interno dell’Arma e sarà modulare, ovvero ci saranno degli step da seguire per giungere alla forma fisica sperata. In questo percorso, sarà chiamato a intervenire anche il personale sanitario militare.

Nella circolare sospesa si prevedeva un periodo di 730 giorni all’interno dei quali i militari in sovrappeso dovevano tornare in forma e sventare il pericolo di “congedo per obesità”. Rispetto al nuovo provvedimento anti ciccia ancora non si conosce molto. Ad ogni modo, dalla Difesa fanno sapere che la nuova direttiva sarà predisposta in modo da evitare: “possibili disparità di trattamento tra personale appartenente a diverse forze armate” e, inoltre, verrà data “maggior importanza a parametri influenti sul peso corporeo quali età, incarico assegnato, reparto di impiego, reale possibilità di svolgere attività fisica in relazione alle mansioni attribuite”. E infine, saranno definiti: “percorsi di rientro in prestabiliti parametri di IMC che preservino il personale dal possibile collocamento in congedo per perdita dell'idoneità fisica”.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Ligabue
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 Hits
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Story
 
Zoo Radio
 
105 Miami
 
XMas Radio
 
105 2k & More!
 
105 InDaKlubb
 
105 Classics
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Elisa
 
Radio Bau & Co
 

Playlist tutte