TUTTO NEWS

La sua nuotatrice vince l’oro e il suo coach impazzisce: chiedo scusa

Dean Boxall ha dato spettacolo sugli spalti diventando icona social

Tutto è successo quando Ariarne Titmus ha battuto Katie Ledecky nei 400 metri stile libero e il coach della nuotatrice australiana, Dean Boxall, è letteralmente impazzito di gioia.
Sarà stato lo stupore per la vittoria della sua atleta giovanissima (20 anni) che ha battuto la pluricampionessa Katie Ledecky o un semplice incontenibile entusiasmo sportivo, fatto sta che quando la Titmus ha chiuso davanti a tutte con il tempo di 3.56.60 Dean Boxall ha faticato a trattenersi (e infatti non c’è riuscito): si è strappato la mascherina e ha esultato contro la barriera di vetro che lo divideva dalla zona vasche. Sono accorse addirittura le guardie della sicurezza per provare a placarlo. Il legame tra atleta e coach è davvero forte, come ha spiegato la ragazza: "Lui significa tutto per me. È proprio così Dean, è semplicemente appassionato. Mette il 100% nell'essere un allenatore di nuoto". La Titmusnon non si è “vergognata” della sua reazioen eccessiva, anzi “Non lo vediamo così spesso, quindi mi è venuta voglia di piangere", ha detto. 

Baxell ha poi ammesso di non essere lui l’inventore di quell’esultanza sopra le righe; l'ispirazione arriva da un wrestler professionista famoso tra gli anni ‘80 e 90: Ultimate Warrior, infine ha commentato così le sue gesta: "Devo scusarmi perché in realtà mi sono tolto la maschera per errore, l'ho strappata e l'ho persa solo in questo momento".

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su