TUTTO NEWS

Passa da "sposato" a "single" su Facebook e il giudice gli addebita la separazione

Per il giudice è un'offesa alla dignità e all'onore della consorte

Passa da "sposato" a "single" su Facebook e il giudice gli addebita la separazione

A Reggio Calabria un uomo è finito nei guai con la moglie. Il giudice gli ha addebitato la separazione visto che lui aveva pubblicamente cambiato le sue informazioni riguardo allo status sentimentale su Facebook. Ben prima che si separassero era passato da "Sposato" a "Single" in un click.  In questo caso, così come avvenne in una precedente sentenza che deve avere ispirato il giudice, oltre alla relazione extraconiugale ci sarebbe un comportamento che può ledere la dignità e l’onore dell’altro coniuge. 

Ormai bisogna stare attenti a tutto. Volendo andare a cercare comportamenti che ledono la dignità, un giudice potrebbe sbizzarrirsi e materiale ne troverebbe su chiunque. Se perfino a Papa Bergoglio è scappato un like a una bella ragazza su Instagram (a lui o ai suoi collaboratori, il risultato non cambia), nessuno può stare tranquillo.
La vera notizia è che c’è ancora chi aggiorna la propria situazione sentimentale su Facebook, un po’ come si faceva alle superiori per vantarsi del fidanzamento o cercare nuove prede. é proprio vero che i più pericolosi al pc non sono le nuove generazioni, ma i nostalgici del primo Facebook, quello che Zuckerberg creò per conoscere tipe ad Harward

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su