TUTTO NEWS

Nuovo trend wellness: La masturbazione mindful

Fa bene al corpo e all’anima ed è in voga soprattutto tra le donne

Nuovo trend wellness: La masturbazione mindful

Sono finiti i tempi in cui a masturbarsi erano solo gli uomini. A detta di Lelo, marchio leader del mondo sex toys, il 2021 sarà l’anno della masturbazione come esplorazione di sé. A confermarlo sarebbe un netto aumento costante delle vendite di giocattoli erotici anche per l’autostimolazione, sia per uomini che per donne. Sicuramente l’impennata è dovuta anche alla pandemia e all’impossibilità per i single di conoscere e frequentare persone nuove, ma anche alla noia della routine da lockdown. 

E così la masturbazione si fa mindful (consapevole). Siamo abituati a sentire questo termine in relazione alla meditazione o a discipline come lo yoga, ma anche la masturbazione può esserlo. Secondo la co-fondatrice di Ferly, un’app dedicata al sesso consapevole, la masturbazione mindful è «un modo sensuale per esplorare il tuo piacere, radicarti nel tuo corpo e sfuggire alla tua mente per alcuni minuti beati». Insomma un bel modo di allontanare lo stress rapidamente, ma attenzione, «Se applicata al piacere, può aiutarci ad andare oltre una sessione veloce, perché porta a una connessione molto più profonda con noi stessi, che alla fine dà più piacere, una maggiore comprensione del nostro corpo ed è un modo adorabile per rilassarsi». La masturbazione può essere una sorta di meditazione. Non deve essere qualcosa di orgasmico-centrico, ma è più una ricerca del piacere a 360 gradi, un percorso lento e crescente. E gli esperti confermano che una maggior conoscenza di sé ha come diretta conseguenza una relazione sessuale con il partner decisamente più appagante. Stimolare il nostro immaginario erotico e i nostri sensi in solitudine arricchisce la nostra fantasia e quella torna sempre utile a letto con il/la partner!

I sex toys sono sempre più elaborati e fantasiosi, tutto può essere eroticizzato, da una piuma fino al classico dildo da penetrazione. Vale tutto, parola d’ordine: sperimentazione; conoscersi non è un gioco da ragazzi e richiede tempo, prove e tentativi, per cui bisogna darsi da fare. Ve l’hanno già detto che non si diventa ciechi, vero? 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su