TUTTO NEWS

Da oggi via libera ai matrimoni anche in zona gialla

Nessun limite agli invitati e all'aperto si può anche ballare

Da oggi via libera ai matrimoni anche in zona gialla

Da oggi 15 giugno sono consentiti i matrimoni anche in zona gialla. Il Corriere ha riassunto le regole da rispettare per sposi e i loro invitati. Il primo indispensabile requisito è il covid pass; il certificato che attesta di essere stati vaccinati almeno con la prima dose da almeno 15 giorni, di essere guariti dal covid, o di aver effettuato un tampone negativo nelle ore precedenti al ricevimento. Tutti dovranno averlo sposi testimoni e invitati. Ovviamente si provvederà a misurare la temperatura all’ingresso e gli organizzatori dovranno conservare i dati dei partecipanti per 14 giorni. La mascherina sarà obbligatoria per tutti all’interno dei locali dove si terrà la cerimonia mentre all’esterno sarà necessario portarla solo se gli ambienti sono stretti e ci si ritrova a meno di un metro. Chiaramente è meglio organizzare il ricevimento all’aperto, ma nessuna regola vieta di farlo all’interno, mascherina alla mano per andare in bagno o alzarsi per qualsiasi motivo. Cade il numero limite degli invitati quindi tornano anche le partecipazioni ai cugini che lo sposo non vede da quando aveva 5 anni, ad esempio. La novità che elettrizza tutti gli orfani delle discoteche è che sarà possibile ballare all’aperto, avendo 2 metri a testa di spazio, quindi grandi assoli per tutti i single invitati! Al chiuso invece sarà ancora vietato danzare, niente trenini o balletti degli sposi e per quanto riguarda il cibo niente self service, ma solo buffet gestiti dal personale; purtroppo quindi non passerete inosservati se esagerate con le tartine, dovrete chiederle. Per quanto riguarda le bomboniere saranno gli sposi a distribuirle personalmente agli invitati che non possono potranno prenderle autonomamente dal consueto tavolo apposta. Non si scappa senza salutare, ma almeno sarà una bella festa

 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su