tutto news

“Sono stata violentata da un fantasma”, ecco la storia di Doris Bither

L’episodio risale al 1974, quando la donna denunciò a due esperti di avere la casa “infestata dai fantasmi”. Si tratta di uno dei casi paranormali più documentati di sempre.

“Sono stata violentata da un fantasma”, ecco la storia di Doris Bither

Quello di Doris Bither è senza dubbio uno dei casi paranormali più documentati della storia, ma che è riuscito a dare poche risposte concrete.

Era il lontano 1974 e la donna, allora 30enne, sosteneva di avere la casa infestata dai fantasmi. Così si è rivolta a due professionisti del settore, Kerry Gaynor, ricercatore su casi paranormali, e il dottor Barry Taff dell’Università della California UCLA.

Quando arrivarono a casa della Bither i due rimasero decisamente disorientati visto che era estremamente sporca, con sacchi di spazzatura e stoviglie da lavare lasciati ovunque. Come se non bastasse la donna soffriva di disturbi emotivi ed era alcolizzata. Così i due fecero un rapido sopralluogo e se ne andarono. A causa delle sue condizioni nessuno sembrava darle molta importanza, fino a quando non successe qualcosa di molto strano.

Qualche tempo dopo la Bither richiamò il dottor Taff chiedendo nuovamente aiuto: affermava che in casa sua ci fossero quattro entità, di cui tre molto violente. La donna, che viveva con i suoi quattro figli, sosteneva che ormai i piccoli erano abituati a quelle strane presenze, ormai divenute quasi familiari.

Gaynor e il dottor Taff così cominciarono ad indagare e riferirono di strani fenomeni paranormali come pentole che si spostavano da sole, oggetti che si muovevano velocemente andandosi a schiantare sui muri. Gli esperti si resero conto che in quella casa c'era qualcosa di molto insolito e notarono che vi erano tre distinte entità maligne che provocavano disagi alla Bither e ai suoi figli. Era comunque la donna ad essere maggiormente presa di mira e un giorno dichiarò di essere stata violentata da uno dei fantasmi mentre gli altri due la tenevano ferma.

Il fatto fu inizialmente accolto come l'ennesima montatura della donna ma alcune testimonianze contribuirono a rendere ancora più fitto l’alone di mistero che c’era in quella casa: un dottore confermò che la Bither fu stuprata e alcuni dei vicini di casa affermarono di aver visto la donna schiaffeggiata da entità invisibili.

Il dottor Taff e Gaynor decisero così di munirsi di telecamere e macchine fotografiche per monitorare la casa e un giorno notarono in prima persona una strana nebbia verde nel salotto di casa della donna: essi videro il busto di un uomo ma l’immagine non apparì in nessuno degli apparecchi in dotazione, nonostante gli obiettivi fossero puntati nella direzione giusta. L'unica foto della donna resa pubblica è quella che potete osservare in copertina, dove una strana aura contorno la figura della Bither.

Le ricerche alla fine non diedero alcun risultato e il caso fu abbandonato. La Bither decise qualche tempo dopo di lasciare la sua casa e si trasferì in Texas. Morì nel 1995.

Photo credit: Facebook

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su