tutto news

L’intelligenza artificiale di Google può prevenire gli infarti scansionando gli occhi

Un software, sviluppato da Verily, è in grado di predire il rischio di disturbi cardiovascolari. Come? Osservando la retina

L’intelligenza artificiale di Google può prevenire gli infarti scansionando gli occhi

Gli occhi sono lo specchio dell’anima.

L’abbiamo sentito dire da tutti, da sempre.

Qualche fidanzatino ha anche provato a scriverlo su un biglietto per conquistare il nostro cuore. Il poveretto non sapeva di essere fuori strada.

O meglio. Gli occhi saranno anche lo specchio dell’anima ma non solo. A quanto pare sono anche lo specchio della nostra salute.

L’onnipresente Google (in realtà i suoi scienziati, ma a noi piace immaginarlo come una grande e potente entità) ha addestrato un’intelligenza artificiale a predire il rischio di disturbi cardiovascolari.

Come? Attraverso la scansione degli occhi del paziente.

Solo “guardando” gli occhi del soggetto l’intelligenza artificiale sembra essere in grado di prevenire gli infarti.

Il software è stato sviluppato da Verily, società controllata da Google specializzata nella ricerca in ambito biomedico. Attraverso la scansione degli occhi il software è in grado di ricavare informazioni quali età, genere, pressione sanguigna del paziente. Può persino scoprire se il fortunato è un fumatore o meno.

Al diavolo la privacy.

Questi fattori vengono poi elaborati e i ricercatori sono in grado di predire le probabilità del soggetto di avere un infarto.

Google sembra quindi essere sempre più presente (e forte) nel settore dell’industria sanitaria e punta tutto sull’integrazione tra medicina e intelligenze artificiali.

In un post pubblicato da Verily si legge:

«Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte a livello globale e un importante numero di ricerche ci aiuta a capire che cosa può causarle: tutti i comportamenti quotidiani, tra cui esercizio fisico e dieta in combinazione con fattori genetici, età, etnia e sesso biologico».

Sulla rivista Nature si legge che l'apprendimento dell’intelligenza artificiale, applicato a un'immagine del fundus retinico, sembra essere in grado prevedere e identificare i fattori di rischio.

Il software è stato infatti programmato in modo tale da cercare elementi in grado di suggerire la presenza di condizioni favorevoli al verificarsi di pericoli per la salute.

In futuro, grazie alle intelligenze artificiali, potremmo dunque avere esami più veloci e meno invasivi.

Nel frattempo attenzione agli occhi.

A quanto pare rivelano più di quanto vorreste…

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Story
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Coldplay
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 2k & More!
 
105 Miami
 
105 Dance 90
 
105 Classics
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Estate
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
Zoo Radio
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Prince
 

Playlist tutte