Tutto News

In Cina è già possibile pagare la spesa con il riconoscimento facciale

Nei supermercati e nei negozi di molte città è possibile pagare il conto semplicemente guardando verso una telecamera.

In Cina è già possibile effettuare pagamenti con il riconoscimento facciale

In molte città della Cina nei negozi e nei supermercati è già possibile pagare il conto con il riconoscimento facciale. Una volta arrivati alla cassa, i clienti di questi esercizi commerciali non hanno più bisogno di tirare fuori dalla borsa il portafogli: per effettuare il pagamento, infatti, basta che guardino verso la telecamera di cui il negozio è dotato. Questo strumento tecnologico consente infatti di effettuare la scansione del volto e, grazie al riconoscimento facciale, i soldi vengono poi scalati direttamente dal conto bancario del cliente. 

Questa innovativa modalità di pagamento è già disponibile, ad esempio, nelle filiali della catena CP-Lotus di Pechino, nei quali è stato implementato il sistema Dragonfly, gestito da Alipay, una società di pagamenti digitali controllata dal colosso Alibaba. Ma questa azienda non è l’unica a essersi lanciata nelle tecnologie per il riconoscimento facciale: anche WeChat Pay, una divisione della piattaforma social di messaggistica più diffusa in Cina, ha sviluppato una soluzione simile.

Gli utenti hanno a disposizione questa novità da marzo scorso: grazie alla nuova funzione, i clienti possono decidere se pagare guardando la telecamera, oppure usando un QR Code che ad oggi è il metodo di pagamento più utilizzato in Cina. Il nuovo metodo del riconoscimento facciale, però, potrebbe ben presto superare quello dei codici perché sta già riscuotendo un grande successo, grazie alla sua comodità: per fare la spesa, infatti, in questo modo si potrà uscire di casa senza portarsi nemmeno la borsa, il portafogli o lo smartphone, visto che per pagare basterà il proprio volto.

È pur vero, però, che in questo modo verrà creato un enorme database di volti al quale il governo cinese potrà avere accesso, ma questo sembra non preoccupare i cittadini, già abituati a questi metodi. Il governo di Pechino, infatti, utilizza già la scansione dei volti in diversi ambiti, dal controllo delle minoranze musulmane, fino al rilevamento dell’identità degli automobilisti che infrangono le regole del codice stradale.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Webradio 105 Rap Italia
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Elisa
 
XMas Radio
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Coldplay
 
Radio Bau & Co
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Michael Jackson
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 Hits
 
105 InDaKlubb
 
105 Trap
 
105 Miami
 
105 2k & More!
 
105 Story
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Ligabue
 

Playlist tutte